Insolazione, rimedi naturali

insolazione

Il tempo dell’esposizione al sole cocente tipico dell’estate si sta avvicinando. E, come ogni anno, sono molti gli italiani che subiscono insolazioni e colpi di sole.

Ma in che modo si fronteggiano queste condizioni? E, ancora prima, che cosa si intende per colpo di sole? Come si può rimediare alle insolazioni con rimedi naturali?

Cos’è l’insolazione?

Definiamo l’insolazione come una condizione medica causata dal surriscaldamento del corpo e dallo squilibrio della sua temperatura. Ovvero, è quella condizione che si verifica quando la temperatura interna del corpo inizia a salire “troppo”, causando danni irreversibili al cervello e ad altri organi interni.

Come riconoscere l’insolazione: i sintomi

Ancor prima di comprendere come poter rimediare in modo naturale all’insolazione, è sicuramente utile cercare di capire come riconoscerla tempestivamente.

Il colpo di calore è infatti una condizione grave, che richiede un’immediata assistenza medica. Se dunque il tuo corpo è esposto a livelli di calore pericolosi, può iniziare a mostrare segni di surriscaldamento come

  • eccessiva sudorazione,
  • vertigini,
  • nausea,
  • debolezza,
  • alta temperatura corporea,
  • mal di testa forte,
  • sete eccessiva,
  • pelle rossa, calda e secca,
  • palpitazioni.

Quando l’assunzione di liquidi da parte del corpo raggiunge livelli pericolosamente bassi, l’esposizione prolungata al sole può trasformarsi in un colpo di calore. Fortunatamente, ci sono alcuni rimedi casalinghi che possono fornire un rapido sollievo: scopriamoli insieme.

Bere molti liquidi

Si tratta dell’accorgimento più utile, più semplice e, spesso, più efficace. Per prima cosa, infatti, ricordiamo sempre che per poter trattare un’insolazione con rimedi naturali è necessario bere acqua a sufficienza per combattere la disidratazione e i bassi livelli di liquidi nel corpo.

Naturalmente, fai attenzione a quel che bevi. Devi assumere liquidi ma… non certamente alcolici o altre bevande che potrebbero avere l’effetto contrario! Cerca invece di bere solamente acqua naturale, e che l’acqua sia a temperatura ambiente, o solo lievemente fresca. Evita invece di bere acqua troppo fredda, perché lo shock potrebbe essere nocivo per la salute del tuo organismo.

Leggi anche: Protezione solare fai da te

Bevande e cibi contro il colpo di sole

Oltre a bere sufficienti quantità di acqua per poter reintegrare i liquidi che hai perso e stai perdendo, ci sono diversi cibi e altre bevande che potrebbero darti una mano d’aiuto.

Per esempio, alcuni frutti tipicamente tropicali ed estivi, come il mango, potrebbe essere di gradevole supporto per poter ottenere importanti effetti lenitivi e rinfrescanti, oltre che conseguire quella energia istantanea al tuo corpo che ti farà sentire un po’ meglio. Puoi mangiare il mango crudo, oppure poterne bere specifiche spremute. In ogni caso, l’apporto che potrai ottenere grazie a questo frutto tropicale aiuterà a sentirti meglio già nel breve termine.

Puoi anche aiutarti con altre sostanze che sono tipicamente utili per poter reintegrare i liquidi e gli elettroliti persi nel tuo organismo a causa della prolungata ed eccessiva esposizione al sole, come l’aceto di sidro di mele.

Tornando ai frutti tropicali, è sicuramente utile contro i colpi di calore l’avocado, particolarmente ricco di fosforo e di potassio, che aiuteranno il tuo sistema nervoso, così come tutte le verdure a foglia verde, che sono ricche di magnesio, di calcio e di ferro, altri ingredienti che accelereranno il tuo percorso di guarigione dall’insolazione.

Considerato poi che dovresti ricostituire sufficienti scorte di potassio, importante per poter idratare correttamente i tessuti, sarà sicuramente consigliabile assumere banana, pompelmo, mandorle, e ancora patate dolci e pesche.

Se poi ti piacciono i legumi, che oltre al ferro forniranno al tuo organismo anche potassio e rame, non avrai che l’imbarazzo della scelta per poter preparare un piatto gustoso che ti permetterà di rimetterti in forma nell’arco id poco tempo. Anche i cereali potrebbero darti una buona mano per poter ripristinare i giusti valori dopo un colpo di calore: sono infatti una vera e propria miniera di minerali.

Ancora, sono utili contro le insolazioni i frutti di bosco, che sono molto ricchi di calcio, così come la frutta secca, come quella a guscio.

Insolazione, quando chiamare il medico

La prima cosa da fare quando si presenta un colpo di calore è quella di portare il soggetto colpito in una zona areata e ombreggiata, al riparo dal caldo e dal sole. Quindi, soprattutto se manifesta dei segnali di mancamento, si potrà porre la persona sdraiata con le gambe più sollevate rispetto al resto del corpo, somministrando i liquidi i cui sopra, a piccoli sorsi.

Generalmente la maggior parte dei colpi di sole è transitorio, e già dopo breve tempo la persona colpita da tale condizione potrà riprendere le proprie attività (magari, con rinnovata attenzione!).

Se tuttavia i sintomi persistono per più tempo, e sono accompagnati dalla comparsa di febbre superiore a 38 gradi, è bene contattare il proprio medico, che una volta compresa la situazione in cui verte la persona colpita da insolazione, potrebbe anche suggerire la somministrazione di un antipiretico, come il paracetamolo o l’ibuprofene.

Nel caso in cui la situazione non migliori, e nell’arco di 24/48 ore la persona non si sia rimessa del tutto, sarà necessario contattare il pronto soccorso di riferimento.

Pubblicato da Anna De Simone il 6 Maggio 2020