Immersioni con gli squali

Indossare una muta da sub, equipaggiardi di bombole per l’ossigeno, entrare in una gabbia e immergersi nell’attesa di imbattersi in uno squalo. E’ davvero saggio? Sono contrastanti le risposte al presente quesito ma un dato è certo, nuotare con gli squali è una tendenza in aumento, diffusa soprattutto tra gli amanti di sport estremi.

Nuotare con gli squali non ha un impatto ambientale molto differente da quello causato da chi ama nuotare con i delfini. Quando parliamo di squali facciamo riferimento a numerose specie protette e chi ama l’adrenalina è pronto a rinchiudersi in una gabbia di metallo e aspettare finché questa non viene abbassata nell’acqua.

Nuotare con gli squali

Gli squali sono attratti verso la gabbia da una particolare “esca”, si tratta di una “zuppa” di sangue e sardine schiacciate. Le sardine vengono gettate in acqua per attirare lo squalo nei pressi della gabbia. Le immersioni con gli squali hanno sollevato numerosi quesiti. In primo luogo, una specie selvatica non può essere alimentata dall’uomo, quindi l’uso delle esche turberebbe l’equilibrio naturale.

Immersioni con gli squali, i presunti squilibri ambientali.

Uno studio condotto in Florida afferma che l’alimentazione artificiale potrebbe alterare il comportamento naturale degli squali, infatti, in questo paese fin dal 2001, vige il divieto di alimentare gli squali. In più, è stata osservata una correlazione tra gli attacchi degli squali e le immersioni con gli squali. Si è osservato che al crescere delle immersioni con gli squali c’è stato un aumento degli attacchi di squalo sull’uomo. In altre parole, questa tendenza renderebbe gli squali più aggressivi verso la razza umana.

GUARDA LE FOTO DELLE IMMERSIONI CON GLI SQUALI

Una delle principali località per le immersioni con la gabbia si trova al largo del Sud Africa. E’ proprio qui che una vittima di un attacco dello squalo ha richiesto una moratoria alla Shark Cage Diving, la compagnia che organizza le immersioni con gli squali.

Immersioni con gli squali, l’impatto positivo.

Le immersioni con gli squali hanno anche un impatto ambientale positivo. Nel Sud Africa, lo squalo è stata definita una vera e propria attrazione turistica, esattamente con le foche e le balene. Ciò significa che in quella zona lo squalo potrà godere di una massima tutela perché non sarà cacciato ne’ ferito per mano dell’uomo. Un fattore molto significativo se si considera che ogni anno 100 milioni di squali sono catturati. Inoltre la Shark Trust della Gran Bretagna, sostiene che le immersioni con gli squali potrebbero servire a ri-educare il pubblico circa questo “spaventoso” predatore, perché ogni anno, nel mondo, le vittime causate dagli squali non superano le 10 persone. E’ per questo che la Shark Trust non è convinta della relazione tra immersioni con gli squali e l’aumento degli attacchi di squali su esseri umani.

Per le immersioni con gli squali è possibile consultare il portale di Shark Cage Diving, che organizza immersioni speciali per l’avvistamento dello squalo bianco. Il costo delle immersioni varia molto ma è piuttosto contenuto, probabilmente perché avviene a Città del Capo, Sud Africa e il cambio valuta è totalmente a favore dell’euro.

GUARDA LE FOTO DELLE IMMERSIONI CON GLI SQUALI

Link Utili | Shark Cage Diving

Photo Credits | John Rumney

Ti potrebbe interessare anche

Pubblicato da Anna De Simone il 19 aprile 2012