Idrocolonterapia: benefici e controindicazioni

Idrocolonterapia

Idrocolonterapia, un rimedio per la stitichezza quando è un problema costante e che fatica a scomparire, una opportunità per aiutare il colon a ritrovare la sua regolarità. Si tratta di una terapia che prevede il lavaggio del colon, serve spesso anche in vista di indagini radiologiche endoscopiche ed ecografiche sull’intestino per preparare questo organo in modo che esse possano essere effettuare al meglio. Se ci si sottopone alla idrocolonterapia, si può fare a meno di fare clisteri o terapie lassative anche meno naturali di solito richieste prima di effettuare certi esami.



Idrocolonterapia lavaggio intestinale

Con l’idrocolonterapia si pulisce un tratto di intestino usando degli appositi macchinari. Non è una operazione che si può improvvisare, perché potrebbe risultare dannosa o invasiva, se fai da te, è necessario rivolgersi ai centri che la effettuano.

Per praticare questa terapia si deve introdurre attraverso l’ano una cannula a due vie che permette a un flusso di acqua depurata a pressione e temperatura calibrate di passare dal retto all’intestino cieco per arrivare al colon e pulire. Se c’è del materiale fecale bloccato in questo tratto, si sblocca. Nell’altro senso l’acqua “sporca” deve poter fuoriuscire, aspirata dall’esterno, e portando con sé residui intestinali.

Idrocolonterapia: benefici

Raccontata così mi rendo conto che non è il massimo ma è naturale e molto efficace. Ha diversi benefici che non sono da sottovalutare. Prima di decidere se fa al caso nostro, andiamo a conoscerli. Una volta effettuata l’idrocolonterapia, si riesce depurare l’intestino e a stimolare la peristalsi. Dopo alcuni cicli di lavaggi, la flora batterica può ricostruirsi e ricrearsi, facendo tornare in condizioni normali e sane il nostro intestino magari intasato o intossicato.

Con l’idrocolonterapia ci si libera dalle materie fecali incastrate, dalle tossine e da altre sostanze dannose rimaste nell’intestino ad indebolire le nostre difese immunitarie e creando infiammazioni.

Questo tipo di terapia, in modo meno diretto, può anche portare benefici alle vie linfatiche e curare meteorismo e gonfiori addominali se dovuti alle fermentazioni intestinali. Si ha quindi meno possibilità di ammalarci di salmonella e di candida, la flora batterica migliora e anche chi è sensibile al glutine o ha delle intolleranze alimentari può veder migliorare la propria salute.

Idrocolonterapia

Idrocolonterapia: costi

Una seduta di idrocolonterapia può costare dai 120 ai 180 euro, in media. Di solito si effettuano due o tre trattamento, se la stitichezza è insorta da qualche mese, altrimenti devono essere fissati degli appuntamenti regolari, non troppo ravvicinati, ma da rispettare.

Per farsi un’idea di quanto tempo di spende per ogni seduta di solito al netto della preparazione e delle attese di routine, si possono contare 50 minuti, in media, di idrocolonterapia, poi dipende molto dalla struttura e dal paziente.

Idrocolonterapia a casa

Come accennato, per effettuare delle sedute di questa terapia è necessario avere i macchinari adatti e anche la preparazione adatta. Prevede infatti delle operazioni delicate che è necessario saper fare, è quindi importante che a procedere sia il personale specializzato, incaricato poi di seguire l’intera seduta anche effettuando massaggi sull’addome per favorire il rilassamento e l’attivazione della peristalsi.

Centri idrocolonterapia

Sono sempre più numerosi i centri dove anche in Italia possiamo richiedere di fare delle sedute di idrocolonterapia. Nel campo della medicina “convenzionale”, di solito si usa questa tecnica prima di esami o indagini mediche e diagnostiche, come la colonscopia. Sempre più spesso capita però che l’idrocolonterapia venga consigliata come una delle alternative possibili per pulire il colon, per disintossicare l’intestino e riattivare la peristalsi intestinale.

Idrocolonterapia

Idrocolonterapia: controindicazioni

Prima di sperimentare questa terapia alternativa ma sempre più utilizzata e con successo, meglio controllare di non essere tra quei soggetti per cui risulta sconsigliata.

Nonostante sia una pratica di antica data, perfino gli Egizi facevano qualcosa di simile ai loro intestini, l’idrocolonterapia ha degli effetti collaterali. Ci sono persone a cui può provocare ad esempio crampi, gonfiore, dissenteria, nausea e vomito. Meglio quindi prima di sottoporsi a una seduta verificare con il proprio medico, soprattutto se abbiamo cardiopatie o malattie renali, oppure se stiamo seguendo terapie farmacologiche.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Pinterest e…  altrove dovete scovarmi voi!

Ti potrebbero interessare anche:

Colon irritabile: sintomi, dieta e rimedi naturali

Pubblicato da Marta Abbà il 25 giugno 2017