Granchio del cocco, dimensioni e caratteristiche

granchio del cocco dimensioni

Granchio del cocco granchio della palma: dimensioni, allevamento, è commestibile o pericoloso. Tutte le informazioni e curiosità sul granchio gigante del cocco.

Il granchio del cocco, anche conosciuto come granchio della palma, è il più grande artropode terrestre del mondo. Per le sue dimensioni, infatti, il granchio della palma è anche conosciuto come granchio gigante.

Il granchio della palma è tra gli animali giganti più sorprendenti al mondo per la sua capacità di arrampicarsi sugli alberi e di rompere il guscio delle noci di cocco.

Granchio del cocco, dimensioni:
il granchio terrestre più grande del mondo

Le dimensioni del granchio del cocco sono stupefacenti: alcuni autori hanno descritto esemplari con peso fino a 17 kg e una lunghezza del corpo di un metro!

In media, però, i granchi del cocco raggiungono un peso di 4 kg e una lunghezza del corpo di 40 cm, con un’apertura delle zampe di circa un metro.

Quando il corpo è sostenuto dall’acqua è possibile misurare dimensioni superiori. Per capire come questo sia possibile vi basterà pensare al granchio gigante del Giappone (o granchio giapponese).

Il granchio del Giappone è di fatto il granchio più grande del mondo con un’apertura delle zampe che può raggiungere i 4 metri e un peso fino a 20 kg.

Attenzione!
Non lasciatevi confondere.
Il granchio della palma è il granchio terrestre che, per le sue dimensioni, è considerato il più grande del mondo.
Il granchio gigante del Giappone è il più grande artropode vivente ma è di tipo acquatico, quindi competono in due categorie diverse. Tra i granchi terrestri il più grande è quello della palma, tra i granchi che vivono prevalentemente in acqua, il più grande è il Granchio gigante del Giappone. Il Granchio gigante del Giappone è più grande del granchio della palma ed è l’artropode più grande del mondo.

Il granchio del cocco è il nome comune della specie Birgus latro, è chiamato granchio ladro della palma perché di fatto “ruba” le noci di cocco per nutrirsene.

In questa specie è presente dimorfismo sessuale con i maschi di dimensioni maggiori rispetto alle femmine.

Con le sue chele, il granchio della palma riesce a rompere il guscio della noce di cocco per nutrirsi del contenuto. Il granchio del cocco si arrampica sulle palme (calcolate che una palma più essere anche più alta di 10 metri!) per raccogliere le noci di cocco.

Come rompe la noce di cocco

Il granchio del cocco non apre le noci di cocco con un colpo solo! Questi granchi oltre ad arrampicarsi sugli alberi, hanno sviluppato una tecnica per aprire le noci di cocco!

Quando la noce di cocco è ancora avvolta nella sua “buccia”, il granchio userà i suoi artigli per strappare via gli strati più esterni (e teneri) della  noce di cocco. Il granchio della palma opera in prossimità dei tre pori di germinazione, si tratta di quei tre piccoli cerchi visibili sull’estremità del cocco.

granchio del cocco

Con le pinze più piccole, il granchio del cocco apre uno di quei pori e da qui inizierà la sua opera di apertura della noce di cocco. Dopo aver operato un piccolo buco, il granchio riesce a tirare via la polpa del cocco senza spezzare o aprirne completamente la parte dura esterna.

Solo i granchi adulti riescono a rompere la noce più dura in piccoli pezzi così da consentirne il consumo più facile.

Il granchio del cocco è pericoloso?

Il granchio delle palme non attacca l’essere umano, infatti non è presente sulle coste fortemente popolate dall’uomo.

Certo, per la forza delle sue chele non può essere considerato un animale innocuo ma non attacca spontaneamente l’uomo.

La stretta delle sue “pinze” supera di 10 volte la forza di una stretta di mano dell’uomo. Ciò significa che con una stretta di chela potrebbe facilmente spezzarci le dita…!

Il granchio del cocco è commestibile

La qualità delle carni di granchio del cocco è ottima infatti questo granchio si mangia comunemente nel sud-este asiatico e nelle isole del Pacifico. E’ considerato un cibo afrodisiaco, tuttavia vi sono casi di avvelenamento.

Il granchio del cocco, in sé, non è velenoso ma la sua tossicità dipende dall’alimentazione che segue.

Il consumo di mango di mare (manghas cerbera, tanghinia venenifera) rende il granchio del cocco velenoso a causa della presenza di steroidi che agiscono sul sistema cardiaco umano.

Pubblicato da Anna De Simone il 25 febbraio 2017