Ginseng indiano, proprietà e benefici

ginsengi indiano

Ginseng indiano: proprietà, dove si compra, controindicazioni, usi per ridurre l’ansia e i livelli di stress. Capsule e assunzione.

L’Ashwagandha, nota come ginseng indiano, è una pianta molto usata nell’antica arte della guarigione Ayurveda. E’ impiegata in India da millenni e negli ultimi anni la sua popolarità ha raggiunto anche l’occidente.

Il ginseng indiano appartiene alla famiglia delle Solanaceae, per intenderci, parliamo della stessa famiglia della melanzana, del tabasco e del pomodoro. In fitoterapia è molto usato per i principi attivi contenuti nelle sue radici. E’ ricco di ferro e per questo ha proprietà anti-anemiche. La sua popolarità è legata alle sue spiccate proprietà immunomodulatrici e antinfiammatorie anche se si è fatto spazio come rimedio naturale contro stress e ansia. Se cercate un rimedio per aumentare il metabolismo non sottovalutate il potere del e le proprietà del guaranà: guaranà, proprietà.

Ginseng indiano, proprietà

Il suo nome botanico è Whithania somnifera ed è un’erba dalle spiccate proprietà toniche e adattogene, in grado dunque di aumentare la resistenza allo stress mentale e fisico. Per le sue proprietà, sono molto diffusi i rimedi a base di ginsend indiano per contrastare l’ansia correlata a stati di agitazione.

Oltre a essere un ottimo antistress, il ginseng indiano annovera spiccate proprietà antinfiammatorie, antidolorifiche e calmanti. Le sue proprietà calmanti sono utili per agevolare il sonno mentre le proprietà toniche e adattogene aiutano a restituire energia al corpo e alla mente.

Grazie alle sue proprietà, il ginseng indiano diviene un rimedio utile per gli studenti e gli atleti in fase di allenamento: aiuta i livelli di concentrazione e attenzione, aiuta ad abbassare i livelli di stress e al contempo a fronteggiare l’ansia da prestazione.

Per le sue proprietà antinfiammatorie, diviene un rimedio utile contro tutti i dolori muscolari, scheletrici, contro le artriti e contro i problemi reumatici. E’ anche utile per alleviare bruciore di stomaco e gastrite, prevenire ulcere e disturbi come il reflusso gastroesofageo perché svolge un’azione protettiva a carico delle mucose gastriche.

Ginseng indiano, dove si compra

Per contrastare la stanchezza fisica e mentale, in commercio è possibile trovare integratori alimentare a base di ginseng indiano. In genere si tratta di capsule contenenti estratto secco standardizzato della specie Withania somnifera. Le capsule di ginseng indiano non si trovano facilmente nel reparto erboristico dei supermercati, per questo motivo è meglio rivolgersi alle erboristerie più fornite o direttamente nei negozi specializzati nella vendita di rimedi naturali. In alternativa è possibile comprare le capsule di ginsegn indiano sfruttando la compravendita online. Tra i vari prodotti del web vi segnaliamo le capsule di ginseng della Matt proposte su Amazon al prezzo di 9,67 euro con spese di spedizione gratuite.

Link Utili da Amazon: Integratore alimentare in capsule di ginseng indiano

Abbiamo segnalato questo prodotto per completamente naturale e quindi adatto anche a chi segue uno stile di vita vegan: ogni capsula è da 125 mg e contiene esattamente 125 mg di estratto secco della specie Withania somnifera. Le capsule di ginseng indiano Matt nascono come integratore alimentare per aumentare la resistenza allo stress fisico e mentale e apportano tutti i benefici visti nel paragrafo dedicato alle proprietà della Withania somnifera.

Ginseng indiano, controindicazioni

Se rispettate le dosi consigliate, il consumo di ashwagandha non presenta particolari controindicazioni anche se ne è sconsigliato il consumo durante la gravidanza.

Come vi ripetiamo spesso, prima di iniziare ad assumere qualsiasi rimedio naturale, è sempre opportuno consultare il proprio naturopata o erborista di fiducia; il parere del medico è fortemente consigliato in caso di patologie pre-esistenti anche se il ginseng indiano, come premesso, non presenta controindicazioni ne interazioni con altri farmaci.

 Nonostante le innumerevoli virtù e i benefici apportati dall’estratto secco di ginseng indiano, non dimenticate che nessun integratore può andare a sostituire uno stile di vita sano e una dieta variegata.

Il ginseng indiano, oltre a essere noto con il nome botanico Whithania somnifera, è conosciuto anche come Ashwagandha, ciliegia d’inverno, uva spina velenosa, hindi, samm al ferakh ajagandha.

Un altro articolo correlato che potrebbe interessarti è Ginseng: pianta e proprietà.

Pubblicato da Anna De Simone il 27 agosto 2016