Ginocchio valgo

Ginocchio valgo

Ginocchio valgo, significato e caratteristiche del disturbo. Esercizi, rimedi e correzione. Trattamento chirurgico e quando è possibile correggere il ginocchio valgo con la fisioterapia.

Ginocchio varo e valgo: significato

Si parla di valgismo per descrivere una posizione anomala (deformità) di una parte di arto o articolazione, con l’allontanamento verso l’interno di un osso. Quando avviene il contrario, cioè quando la deformità porta a un allontanamento dell’osso verso l’esterno, si parla di varismo.

Abbiamo così il ginocchio valgo (deformità del ginocchio verso l’interno o ginocchia ad X) e all’opposto il ginocchio varo (deformità del ginocchio verso l’esterno o ginocchio a O).

sintomi più gravi riguardano l’andatura che, quando la deformità è estrema, viene ostacolata.

Il valgismo e il varismo non riguardano solo le ginocchia. Anche l’alluce valgo e l’alluce varo ne sono un esplicito esempio.

Ginocchio valgo: cause e diagnosi

Il ginocchio valgo è un’anomalia anatomica popolarmente nota con il nome di “ginocchio ad X“.

Le cause sono legate a un cattivo allineamento tra la tibia e il femore: quando le ossa tibia e femore non rispettano il perfetto allineamento, formano di conseguenza un angolo dato dall’allontanamento dell’articolazione del ginocchio verso l’interno.

Non è stata ancora individuata un’unica causa per questa malformazione ossea: questa patologia è annoverabile tra i disturbi evolutivi con uno sviluppo anomalo delle ossa in età pediatrica. Per questo motivo, per prevenire il ginocchio valgo è importante curare il bambino a 360° a partire dalla postura. Il ginocchio valgo nell’adulto ha un trattamento più complesso.

Perché la postura è così importante? In età pediatrica le nostre ossa sono molto flessibili e la correzione può avvenire con estrema facilità ma solo quando il disturbo non si è del tutto conclamato. La corretta postura è alla base di molti disturbi ossei.

Il ginocchio valgo è legato a un sovraccarico del compartimento laterale del ginocchio che si trova a sostenere la maggior parte del peso corporeo durante la deambulazione o peggio, quando si pratica sport. Con un pronto intervento, nei bambini, si può ottenere la correzione del problema senza ricorrere alla chirurgia.

La diagnosi si esegue con una radiografia. Tuttavia, per capire se hai un ginocchio valgo o un ginocchio vago, generalmente il medico chiede di unire le due parti del corpo interessate (quindi le due ginocchia) e osserva l’allineamento della tibia.

Ginocchio valgo: rimedi

Si parla di trattamento chirurgico solo nei casi più conclamati. La chirurgia può intervenire su diversi livelli. Nei casi più gravi di valgismo varismo, si ricorre all’artoplastica, cioè con la sostituzione delle componenti compromesse con la protesi.

Quando è possibile si agisce sul femore con un intervento chirurgico noto come osteotomia, cioè si va a riallineare il femore e ripristinare una corretta biomeccanica articolare. L’intervento di osteotomia può riguardare, in alcuni casi, anche la tibia. La fisioterapia è di forte sostegno per il recupero delle funzionalità motorie.

Quando non vi sono gli estremi per ricorrere alla chirurgia, è possibile avvalersi di strumenti correttivi.

Ginocchio ruotato

E’ importante non confondere il ginocchio valgo o il ginocchio varo con altri disturbi dell’anatomia del ginocchio. Si parla di ginocchio intraruotato quando il disturbo articolare è legato a un “accorciamento muscolare” nell’intrarotazione delle ginocchia. E’ in questo caso è possibile parlare di correzione, esercizi e fisioterapia.

In caso di ginocchio ruotato (ginocchio intraruotato) si possono mettere in atto esercizi al fine di riallungare la muscolatura. Nella maggior parte dei casi, questa condizione può essere corretta o migliorata sensibilmente, senza intervento chirurgico. Spesso il ginocchio ruotato è legato ad altre problematiche anatomiche, come bacino inclinato con conseguente accorciamento di un arto rispetto all’altro. In questo caso, per il trattamento è possibile adottare anche un plantare.

Qualsiasi intervento si dovrà eseguire solo dopo una diagnosi: ortopedici, reumatologi, posturologi, fisiatri e medici dello sport, possono esserti d’aiuto per individuare i rimedi più indicati in base alla tua struttura ossea.

Quando il ginocchio valgo è solo un falso allarme ma si tratta di ginocchio ruotato a causa di un muscolo ipertonico e accorciato, è possibile valutare anche la fisioterapia con metodo Mezieres.

Sia se si tratta di ginocchio valgo, ginocchio varo o ginocchio ruotato, è importate una significativa riduzione del peso corporeo qualora tu fossi in sovrappeso o in condizione di obesità. Il raggiungimento del peso forma è un forte vantaggio per tutte le articolazioni e non solo.

Pubblicato da Anna De Simone il 16 luglio 2018