Energia eolica, cinque miti da sfatare

Ci sono troppe credenze da sfatare circa l’energia eolica soprattutto dal momento che l’installazione di parchi eolici per la produzione di energia rinnovabile è in continua crescita. Stati Uniti, Europa e Cina hanno piani molto aggressivi per la diffusione dell’eolico nei prossimi 10-20 anni. Con la crescrita del settore dell’energia eolica si diffondono anche falsi miti.

#1 L’efficienza energetica di una turbina è così bassa che non ricopre i costi effettivi per l’allestimento.
Non c’è niente di più falso! Si stima che gli investimenti per l’installazione di una turbina eolica saranno pienamente recuperati durante il primo anno di funzionamento. Se si considera che una turbina eolica può essere operativa per 20 anni, quel singolo investimento avrà creato una risorsa economica e ambientale. Si può facilmente dedurre che il vento paga!

#2 Le turbine eoliche hanno un effetto negativo sul turismo.
Un paese ha bisogno di avere un corretto piano di sviluppo del parco eolico, certo questo non sarà allestito nel centro storico di una città! Ovviamente le turbine eoliche, se posizionate male, possono avere un effetto negativo sul turismo ma è proprio per questo che il sito di allestimento deve essere attentamente selezionato. In più, negli ultimi anni c’è stato un enorme sviluppo nel settore eolico offshore, tanto che la Gran Bretagna ha avviato una vera e propria task force.

#3 L’energia eolica funziona ad intermittenza e necessitano di una fonte energetica di backup.
E’ vero che a causa della variazione della velocità del vento, è difficile mantenere un’alimentazione costante, così come non lo è nel settore solare. Tutte le fonti rinnovabili necessitano di un piano di approvvigionamento così da ridurre ulteriormente la dipendenza da fonti non rinnovabili. Un esempio è offerto dal Tris energetico tedesco. E’ doveroso sottolineare che, utilizzando impianti eolici in località differenti e combinando la potenza del vento all’energia solare, si può ottenere un’adeguata diversificazione e minimizzare l’effetto ad “intermittenza”.

#4 Le centrali eoliche sono rumorose.
Torniamo al punto due. Ovviamente le centrali eoliche non saranno allestite in prossimità di centri cittadini. In più, gli sviluppi moderni della tecnologia eolica, hanno portato a una forte riduzione del rumore delle turbine eoliche. L’unico rumore prodotto è quello delle lame rotanti mosse dal vento.

#5 Le centrali eoliche danneggiano l’avifauna
E’ vero, in alcuni casi sono stati trovati uccelli morti in prossimità dei parchi eolici. Si tratta per lo più di uccelli notturni ma questo tipo di impatto è raro e ha coinvolto solo pochi parchi eolici. In più, uno studio britannico ha fatto luce sulla faccenda affermando che l’impatto sull’avifauna è minimo o inesistente.

Pubblicato da Anna De Simone il 22 giugno 2012