Elettricità pulita per dispositivi mobili

Ricaricare i dispositivi mobili con il calore è possibile, basterà convertire l’energia termica in elettricità e a farlo è il Portable PosHEAT, ricaricatore portatile da energia termica. L’elettricità è il motore trainante su cui è basata la società moderna. Tuttavia le fonti di energia elettrica stanno diventando una piaga per l’intero pianeta a causa del loro potere inquinante. Tecnici e scienziati si impegnano per diffondere nuovi modelli energetici sostenibili e un aggeggio molto promettente è stato sviluppato per ricaricare i dispositivi portatili sfruttando il calore. L’energia termica è rinnovabile e pulita, PosHEAT è un caricabatteria a zero emissione, non necessita di manutenzione e genera elettricità sfruttando la cosiddetta “energia termica residua”. Il caricabatterie portatile per dispositivi mobili è costituito da tellururo di bismuto (Bi2Te3) che grazie alle sue caratteristiche, sfrutta la differenza termica che si genera tra un polo e l’altro, per produrre energia elettrica pulita.

Il gradiente termico -differenza di temperatura tra due punti-, crea una differenza di tensione detta “effetto termoelettrico”. Per un principio fisico, il calore migra sempre dalla direzione più calda a quella con temperatura più bassa. Questo flusso non fa altro che aumentare il gradiente termico creando una maggiore differenza di tensione tra i due lati. Tale tensione è sfruttate per generare elettricità mediante un convertitore. L’apparecchio non è sufficientemente potente da alimentare una vettura elettrica ma è abbastanza forte da ricaricare uno smartphone o un qualsiasi dispositivo mobile.

Pubblicato da Anna De Simone il 26 gennaio 2012