Dolori articolari: come combatterli

Dolori articolari

I dolori articolari possono colpire tutti e non solo le persone anziane, sono dolori fastidiosi e che ci bloccano spesso al mattino. Abbiamo la fortuna di poter usufruire dei benefici della dieta mediterranea per combatterli, oltre che dei soliti farmaci. Vediamo quindi come riconoscere questi dolori ma anche come farli passare oppure come attenuarne l’effetto. Non si tratta di seguire una dieta ma semplicemente di mangiare in modo sano, in Italia non è poi così difficile senza fare troppi sacrifici.



Dolori articolari: cosa sono

I dolori articolari sono quelli che ci causano rigidità alle articolazioni indipendentemente dall’età. Si tratta di un disturbo che spesso viene curato con farmaci antinfiammatori non steroidei ma noi vedremo più avanti come ci si può curare anche mangiando bene. E’ importante però imparare a distinguere questi dolori da altri simili con cause diverse, in modo da scegliere il trattamento più adatto. Non tutte le problematiche si curano con la dieta mediterranea che si rivela in qualche caso un’ottima terapia, ma non sempre. Prima vediamo i sintomi dei dolori articolari in modo da capire come riconoscere se un’articolazione è infiammata e come distinguere un dolore reumatico.

Dolori articolari: sintomi

Per distinguere i dolori alle articolazioni vanno presi in considerazione molti sintomi diversi ma soprattutto la durata e la frequenza del dolore. Se dura da diverse settimane, senza mai smettere o cambiare, potrebbe avere natura infiammatoria. Di solito la rigidità inizia al mattino al momento del risveglio. E’ ovvio che per alcuni minuti è normale ma se la sensazione si prolunga oltremodo è necessario approfondire. E’ un segnale di allarme se dura alcune ore.

Un altro sintomo importante a cui fare caso è la presenza di gonfiore unito ad un dolore caratteristico e localizzato, soprattutto alle mani. Può capitare anche che i dolori articolari provochino mal di schiena con caratteristiche infiammatorie, in particolare al risveglio e con insorgenza precoce prima dei 40 anni.

Sembra non centrare nulle ma i dolori come questi possono essere collegati alla sensazione di secchezza a occhi, bocca e a volte al tratto genitale con l’invecchiamento. E’ frequente che questa sensazione insorga ma non trascuriamola perché può essere un segnale di allarme in particolare per le malattie del connettivo, come la sindrome di Sjögren. Lo stesso vale per il rossore al viso e al naso che può avere a che fare con le malattie del connettivo.

Dolori articolari: sintomi

Dolori articolari: farmaci

Prima di andare a tavola con la dieta mediterranea e i suoi benefici, diamo una occhiata ai farmaci che possono essere prescritti in queste circostanze. Di solito si tratta di farmaci antidolorifici e di farmaci antinfiammatori. Gli antidolorifici sono spesso utilizzati per il dolore artrosico, quindi da consumo delle articolazioni. Il più noto è il paracetamolo, un farmaco che sotto i 3000 mg al giorno è sicuro e non ha dei particolari effetti collaterali. Al contrario li hanno molti antinfiammatori che invece devono essere assunti con cautela e per brevi periodi di tempo.

Dolori articolari: come combatterli

Abbiamo finora sbandierato i benefici della dieta mediterranea, vediamo come agisce nel caso dei dolori articolari e quali suoi elementi sono maggiormente interessanti. Pensate che gli effetti benefici della dieta mediterranea sulla salute, in alcuni casi sono paragonabili a quelli prodotti dai farmaci antinfiammatori non steroidei (i cosiddetti FANS).

Ricordiamo le caratteristiche di questo regime alimentare che è a base di frutta, verdura, legumi e cereali. Essa prevede un elevato consumo di cereali grezzi, legumi, frutta e verdura, un esclusivo impiego di grassi insaturi, in particolare olio extravergine d’oliva, un pasto accompagnato da una modesta quantità di vino rosso, un moderato consumo di pesce, carne bianca e latte, un basso apporto di formaggi, uova, carni rosse, insaccati. Il consumo di dolci e bevande zuccherate deve essere ridotto al minimo, solo occasionale.

Dolori articolari: come combatterli

Ingerire molto olio di pesce è utile perché è ricco di omega 3 che ha effetti benefici su tutto l’organismo. Gli acidi grassi sono come degli antinfiammatori ed ecco perché nella nostra dieta possiamo prevedere il consumo bisettimanale di pesce d’acqua dolce di qualità.

Quando scegliamo le verdure prestiamo attenzione perché non sono tutte uguali per i dolori articolari. Ogni giorno non dovrebbero mancare nella dieta le crucifere come le diverse tipologie di cavolo, cavolfiori, verza, broccoli, broccoletti, rucola, rape, ravanelli. Queste verdure contengono vari antiossidanti, come il sulforafano che ha effetti positivi sulla salute delle articolazioni, in particolare di quelle di pazienti con artrite e degli atleti. Le spezie non sono un inutile orpello, nella dieta, anzi: curcuma e zenzero hanno delle importanti proprietà antinfiammatorie e la curcuma è stata utilizzata nell’artrite reumatoide e nell’osteoporosi. Tra le bevande, non esageriamo con il caffè e piuttosto sostituiamolo con il tè verde che fa bene alla salute e ha un effetto antinfiammatorio.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Instagram

Pubblicato da Marta Abbà il 22 ottobre 2018