Da Regione Lombardia un Programma Operativo green

Pogramma Operativo Regionale

Innovazione ed economia della conoscenza, energia, mobilità sostenibile, tutela e valorizzazione del patrimonio naturale e culturale. Sono queste le priorità di intervento individuate da Regione Lombardia all’interno del Piano Operativo Regionale (POR), il protocollo predisposto per dare attuazione alle politiche comunitarie di coesione mediante il Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale (FESR) finalizzato a competitività e occupazione.

Ne hanno parlato a Smau Milano Rosanna Miccichè, Rapporteur della Commissione Europea e Olivia Postorino, Autorità di Gestione del POR FESR 2007-2013 Lombardia, nel corso dell’incontro intitolato “Innovazione e competitività in Lombardia: il Programma Operativo Regionale” .

L’incontro, moderato dal giornalista di Radio 24 Simone Spetia, ha permesso di conoscere lo stato di avanzamento del POR FESR 2007-2013 Lombardia, di meglio comprendere come gli obiettivi perseguiti dal Programma si integrino con gli obiettivi regionali di sviluppo e ancora di scoprire le prospettive future inerenti la programmazione 2014-2020.

All’interno del POR FESR Lombardia, sono individuate le priorità strategiche d’intervento e gli obiettivi da perseguire nel ciclo di programmazione 2007-2013 e le iniziative da sostenere per rafforzare la competitività e la dinamicità dell’economia regionale e di incrementare la coesione sociale, economica e territoriale. Priorità che si articolano in 4 assi:

Asse 1 – Innovazione ed economia della conoscenza. Lo scopo dell’Asse 1 è quello di consolidare il posizionamento della Regione Lombardia in termini di competitività e innovazione rispetto alle più avanzate economie europee. Per fare ciò sostiene: gli investimenti in ambito di ricerca e sviluppo innovativo e tecnologico delle imprese lombarde, la crescita collaborativa e innovativa delle imprese, la semplificazione dei rapporti tra le imprese, il sistema delle conoscenze e la Pubblica Amministrazione ed, infine, gli interventi ICT in zone affette da digital divide.

Asse 2 – Energia. L’Asse 2 si pone come obiettivo quello di Sostenere: l’incremento della produzione energetica da fonti rinnovabili, lo sviluppo della cogenerazione, la riduzione dei consumi energetici e il miglioramento dell’efficienza energetica.

Asse 3 – Mobilità sostenibile. L’Asse 3 si pone come obiettivo quello di: incrementare la mobilità sostenibile delle persone attraverso l’integrazione modale e la diffusione di forme di trasporto a ridotto impatto ambientale, implementare le reti infrastrutturali secondarie per un trasporto merci efficiente, flessibile, sicuro e sostenibile dal punto di vista ambientale.

Asse 4 – Tutela e valorizzazione del patrimonio naturale e culturale. L’Asse 4 si pone come obiettivo quello di valorizzare il patrimonio culturale e ambientale, attraverso interventi di riqualificazione di aree di pregio naturale e culturale, in modo da favorirne la messa in rete in funzione della fruibilità turistica. A questi Assi se ne aggiunge un quinto, relativo all’assistenza tecnica per l’attuazione del programma.

Le linee di indirizzo del POR FESR 2007-2013 Lombardia sono orientate a dotare la Lombardia di strumenti e interventi capaci di rispondere alle sfide del mercato globale e di sviluppare le condizioni per potersi confrontare su tale livello con le economie internazionali. Il Programma, inoltre, è teso a rafforzare la competitività regionale nel quadro dello sviluppo sostenibile, favorendo interventi che si caratterizzano per una forte attenzione alle questioni ambientali e di coesione territoriale.

Il Programma dispone di una dotazione finanziaria pari a 532 Milioni di Euro, costituita da risorse regionali, statali e comunitarie. I dati aggiornati al 30 settembre 2012 evidenziano che le risorse attivate su tutti i 4 Assi del Programma corrispondono a 504 Milioni di Euro, pari quindi a circa il 98% della dotazione del POR.

Ideegreen.it è media partner di Smau Milano 2012.

 

Pubblicato da Michele Ciceri il 18 ottobre 2012