Come ridurre lo spreco alimentare

spreco-alimentare

Come ridurre lo spreco alimentare: alcuni trucchi e suggerimenti per prolungare la vita di molti alimenti e per consumare quei resti di cibi difficili da togliere nel contenitore come la nutella o la maionese.

Lo spreco alimentare è una piaga che coinvolge la popolazione mondiale; basti pensare che gli scarti rappresentano quasi un terzo del totale del cibo prodotto all’anno, un dato sconcertante in considerazione del fatto che milioni di persone patiscono la fame!

Per questo motivo è fondamentale impegnarsi a prolungare la vita utile degli alimenti, persino quando sembra che gli resti poco tempo. In questa pagina vi illustreremo come evitare gli sprechi alimentare seguendo alcuni accorgimenti in cucina.

Come ridurre lo spreco alimentare, trucchi in cucina

Come prolungare la conservazione delle’uova

Al momento dell’acquisto, le uova vanno conservate in frigo applicando uno strato di olio d’oliva sul guscio: in questo modo si manterrando fresche per tre o quattro settimane.

Se la zuppa è troppo salata

Se avete fatto l’errore di abusare con il sale nella vostra zuppa, non preoccupatevi, basta pelare una patata, aggiungerla nella pentola e lasciarla circa 30 minuti: il tempo necessario affinchè assorba il sale.

Resti di maionese

Per sfruttare anche quei resti di maionese difficili da togliere nel contenitore, basta aggiungere un paio di cucchiai di aceto o limone. Avete appena realizzato un ottimo condimento per le vostre insalate.

Frutti d bosco che vanno a male

Purtroppo i frutti di bosco tendono a ossidarsi velocemente; per prolungare la loro conservazione possiamo immergerle in un recipiente con acqua e aceto di mele. Per una maggiore conservazione potete collocarle in un recipiente a chiusura ermetica e metterle nel congelatore.

Più vita ad aglio e cipolla

Per conservare aglio e cipolla possiamo ricorrere a sacchetti di carta con piccoli fori: in questo modo avranno una vita molto più lunga.

Avocado a metà

Può capitare di voler mangiare solo mezzo avocado pur sapendo che l’altra parte si ossiderà in poco tempo. Per evitare ciò, basta introdurre la parte restante in un recipiente insieme a uno spicchio grande di cipolla.

Resti di Nutella

Chi non ha la nutella nella propria dispensa, quella deliziosa crema alle nocciole che spesso viene sprecata per le piccole quantità che restano attaccate al contenitore.
Per evitare ciò, basta versare un po’ di latte caldo, mescolare con un cucchiaio ed ecco una deliziosa bevanda da bere.

Il sedano in frigo

Il sedano è forse l’ortaggio più sprecato in cucina sia per il suo basso costo che per i resti lasciati in frigo. Per rimediare a questo inutile spreco possiamo avvolgere i gambi di sedano grandi nella carta stagnola: in questo modo si conserveranno in perfetto stato per diverse settimane.

Più vita alle banane

Le banane si ossidano troppo in fretta! Per rimediare a ciò possiamo mettere della pellicola nell’estremità delle banane; prolungheremo la vita utile di tre o quattro giorni.

Il latte scaduto

Chi dice che il latte scaduto deve essere buttato? Potete riutilizzarlo per preparare kumis, ricotta, formaggi ed altri derivati.

Le erbe

Il prezzemolo, il basilico, la menta, ecc. sono erbe che possono essere utilizzate fino a sei mesi se le conserviamo in frigo: basta tritarle quando sono ancora fresche, metterle in uno stampo per ghiaccio con olio d’oliva e conservarle nel congelatore. I cubetti che si ottengono possono essere utilizzati per preparare un’infinità di ricette.

Le mele

Per mantenere le mele fresche più a lungo, possiamo metterele nello stesso posto in cui conserviamo le patate.

Riciclare i fondi di caffè

I fondi di caffè contengono nutrienti essenziali che possono essere sfruttati a diversi fini.
Possono essere utilizzati come un buon fertilizzante per piante che richiedono un terreno acido. Possono essere utilizzati per realizzare delle maschere per il viso e per il corpo.

Insomma i modi per evitare lo spreco alimentare ci sono, basta impegnarsi… dopotutto questo vuol dire risparmiare un pò di soldini.

Ti potrebbero interessare anche:

Pubblicato da Anna De Simone