Come proteggere le ciliegie dagli uccelli

Come proteggere le ciliegie dagli uccelli

Come proteggere le ciliegie dagli uccelli: ciliegie e uccelli, due spettacoli della natura presi separatamente, il problema è che gli uccelli vanno a beccare i nostri frutti danneggiando l’intero raccolto, in questa guida vedremo come difendere le ciliegie e allontanare gli uccelli.

Tra la fine di marzo e il mese di aprile, a seconda della posizione geografica, il ciliegio è in fioritura. A pagare i danni degli uccelli sono soprattutto i ciliegi precoci che, portando i frutti in anticipo, rappresentano il pasto più ghiotto per gli amici pennuti che non hanno molte alternative.

Come proteggere le ciliegie dagli uccelli

Come premesso, gli uccelli danneggiano principalmente le varietà precoci, tuttavia, se i volatili non trovano altro cibo nelle zone limitrofe, possono danneggiare anche i frutti delle varietà tardive.

Per la difesa dei ciliegi dagli uccelli di solito si consiglia l’impiego di carte colorate e/o riflettenti. La nostra redazione sconsiglia di adottare carte colorate o rifrangenti in quanto non danno buoni risultati: dopo qualche titubanza iniziale, gli uccelli ritorneranno al vostro albero e si nutriranno ugualmente delle ciliegie.

L’unico modo per proteggere le ciliegie dagli uccelli consiste nell’applicazione di reti poste intorno alle piante, soprattutto nella parte bassa. Le reti devono essere chiuse; chi ha dei ciliegi con reti antigrandine può sfruttare gli stessi supporti applicando delle reti laterali lungo tutto il perimetro dell’albero o degli alberi. In questa fase, se usate le reti antinsetto potete proteggere le ciliegie anche dal moscerino della frutta. Nel paragrafo che segue parleremo delle ciliegie dalla buccia spaccata.

Quelle ciliegie che si spaccano…

In questo paragrafo conclusivo parleremo delle ciliegie con la buccia spaccata. L’unico problema delle ciliegie non sono gli uccelli. A quanti di voi è capitato di trovare ciliegie ben mature ma… anche spaccate? Purtroppo, se nel periodo della maturazione si verificano piogge abbondanti è probabile che compaiano degli spacchi sul frutto. Questo fenomeno accade perché le cellule della polpa si rigonfiano rapidamente per l’acqua assorbita e il loro aumento di volume non è accompagnato da una sufficiente elasticità della buccia che di conseguenza si lacera.

Consigli per la raccolta delle ciliegie

Ecco alcuni consigli per raccogliere ciliegie lucenti e che si mantengono fresche più a lungo. Il raccolto delle ciliegie si protrae dalla prima settimana di maggio fino a tutto giugno, nelle zone collinari ci si spinge fino a luglio.

Le ciliegie si raccolgono nelle prime ore del mattino. Una volta raccolte, le ciliegie devono essere poste in ceste di vimini e non nei secchi di plastica… questo non di certo per una tradizione contadina: in contatto con la plastica, le ciliegie si riscaldano troppo e la buccia diventa opaca, al contrario, nel cesto di vimini, le ciliegie sono ben isolate e la buccia mantiene la particolare lucentezza.

Un altro suggerimento consiste nel coprire le ciliegie con dei sacchi di iuta bagnati così da evitare il deperimento dei frutti che si conserveranno meglio.

Pubblicato da Anna De Simone il 4 aprile 2015