Come orientare i pannelli solari

Il buon rendimento di un pannello solare dipendono dall’orientamento e dall’inclinazione. Un cattivo orientamento e una cattiva inclinazione infatti possono causare forti perdite di rendimento energetico. Un pannello solare, per catturare la maggiore quantità di energia solare possibile, deve essere esposto direttamente ai raggi solari in modo perpendicolare. Tuttavia non sempre è facile, la posizione del sole nell’arco della giornata non è mai la stessa.

Come orientare i pannelli solari
Per una migliore resa è necessario che il pannello solare sia orientato e inclinato, rispetto al piano orizzontale,di un certo numero di gradi in modo che il sole possa essere il più possibile perpendicolare al pannello stesso. Per l’Italia (emisfero superiore) il pannello orientato a Sud sarà esposto alla luce solare per un numero di ore massimo possibile in ogni giorno.

La miglior esposizione si ha a Sud Sud/Ovest (spostato leggermente più a Ovest di 10/20 gradi) con un’inclinazione del pannello tra 25° e 35° perché perpendicolare per più tempo ai raggi solari. Questo orientamento consente di massimizzare il rendimento dei pannelli solari nelle ore pomeridiane, quando i raggi del sole sono particolarmente più caldi, sacrificando quelli della mattina quando la foschia e la nebbia possono ostacolare l’irraggiamento.

Il rendimento di un pannello dipende anche dalla temperatura esterna: è meglio favorire un’esposizione nelle ore pomeridiane dove anche in inverno le giornate risultano più calde. Pali, cavi, fronde di alberi ed altro non dovrebbero mai ombreggiare i pannelli fotovoltaici mono e policristallini in quanto, le celle assemblate in serie, smetterebbero di assolvere alla loro funzione. Nel caso i pannelli vengano sfruttati solo di mattina bisognerà orientare i pannelli solari verso Est, mentre per lo sfruttamento solo pomeridiano dei pannelli bisognerà spostarli a Ovest.

Se viene impegnato solamente durante il periodo invernale la migliore inclinazione è quella di 60°. Se viene impegnato solamente durante il periodo estivo la migliore inclinazione è quella di 30° (esempio per piscine).L’installazione dei pannelli solari va fatta secondo criteri razionali: i pannelli devono soddisfare come detto una sufficiente esposizione ai raggi solari, ma bisogna anche tenere presente gli aspetti legati all’estetica, allo spazio a disposizione, alla facilità di accesso per la manutenzione. In caso di sostituzioni o pulizia, infatti, l’accesso non dovrà essere eccessivamente difficoltoso o, peggio, pericoloso. Per garantire tutti questi fattori, è necessario affidarsi in ogni caso all’opinione del progettista per valutare la soluzione più idonea dopo aver effettuato un’analisi delle superfici utilizzabili.

Pubblicato da Anna De Simone il 24 agosto 2012