Come installare un impianto mini eolico

Ci sono molti modi per tutelare l’ambiente e si può iniziare sfruttando l’energia da fonti sostenibili e rinnovabili. L’eolico potrebbe essere una valida alternativa: è poco invasivo, poco rumoroso e non interferisce sulle telecomunicazioni.

Non è vero che l’eolico è una prerogativa delle grandi distese e dei grandi parchi! Esistono impianti di piccola taglia che garantiscono una buona integrazione architettonica e che sono in grado di fornire una potenza adeguata alle esigenze di una piccola impresa senza occupare molta superficie. Ecco alcuni consigli per installare un impianto eolico.

Come installare un impianto mini eolico. Scelta del luogo
In primis è utile sapere che l’impianto eolico può essere impiegato autonomamente oppure essere connesso alla rete locale già esistente. L’ideale sarebbe realizzare sistemi ibridi, accoppiando l’eolico con i pannelli fotovoltaici. Prima di decidere di installare un generatore eolico bisogna fare alcune valutazioni importanti: presenza e la qualità del vento nel posto prescelto. Onde fare spese inutili, verificare pertanto la velocità del vento che deve essere almeno di 3m/s attraverso un anemometro o rivolgendosi a una stazione meteo locale.

Le aziende che hanno in commercio tali dispositivi in genere offrono gratuitamente il servizio di misura e monitoraggio  delle caratteristiche di ventosità. Prima di procedere è importante prima informarsi anche sulle pratiche amministrative necessarie e sull’eventuale esistenza di vincoli paesaggistici nella zona di riferimento. Successivamente contattare dunque una ditta qualificata per valutare caratteristiche del luogo e dimensionamento dell’impianto. Assicurarsi sulla qualità e sulle tecnologie costruttive del generatore in questione.

Come installare un impianto mini eolico. Gli incentivi
È utile sapere che anche il mini eolico può accedere agli incentivi come altre tecnologie a fonti rinnovabili sfruttando il meccanismo di “scambio sul posto” che consente di cedere l’energia prodotta in eccesso alla rete elettrica e di prelevarla quando necessario. Gli impianti fino a 200 kw di potenza possono accedere anche a una tariffa omni comprensiva che equivale a 30 centesimi di euro per ogni kWh prodotto per un periodo di quindici anni.

Quanto costa il mini eolico?
In genere si tratta di circa 2.000/3.000 euro per impianti tra 10 e 20 kW. Un investimento che può essere ammortizzato velocemente. Ovviamente influiscono vari fattori: i consumi di energia elettrica dell’utenza, la potenza dell’impianto e la ventosità del luogo dove è installato il generatore.

Pubblicato da Anna De Simone il 22 settembre 2012