Come illuminare casa

come-illuminare-casa

Per illuminare casa possiamo anche ricorrere a fonti luminose non solo artificiali ma anche a quelle naturali: in questo caso possiamo sfruttare la luce solare, installando delle ampie vetrate oppure dei lucernari. Ma vediamo nel dettaglio come illuminare casa, sfruttando varie soluzioni.



Come illuminare casa, le indicazioni
Per aumentare la luminosità naturale della vostra casa, sono molto efficaci i lucernari, coperture trasparenti che consentono l’ingresso della luce solare: si adattano egregiamente a ogni ambiente e possono essere installati ovunque.
Tra le fonti di luce artificiale è bene sottolineare la convenienza dei LED che permettono un notevole risparmio energetico a parità di lumen fornit: si arriva a risparmiare l’80% dell’elettricità. I LED sono molto più convenienti delle lampade alogene e attualmente hanno costi accessibili, ve ne sono di ogni colore e i sistemi più evoluti incorporano un controller che consente all’utente di illuminare casa e regolare il grado di luminosità direttamente dallo smartphone, senza schiacciare alcun interruttore. Tra i sistemi di illuminazione maggiormente diffusi in aziende e uffici, ci sono quelli al neon.

Come illuminare casa, le stanze
Quando parliamo di illuminazione domestica non possiamo fare a meno di citare lanterne, lampade e lampadari. Nel corridoio possiamo creare un ambiente accogliente: la presenza di grandi specchi aiuterà ad accentuare gli effetti della luce, in più, se amate i lampadari con ciondoli e appliques, il corridoio è l’ambiente ideale per installarli.

  • Il soggiorno è la parte della casa in cui si trascorre il tempo libero: qui la luce deve poter essere più bassa nei momenti di relax, quando per esempio si guarda la tv ma deve garantire abbastanza lumen se si vuole leggere o scrivere!
  • La sala da pranzo non ha bisogno di forte illuminazione, anzi! In questa camera, amici e parenti si riuniscono per consumare pranzi e cene, si può illuminare questa stanza ponendo un lampadario in posizione strategica come appena sopra il tavolo. In sala da pranzo, l’ideale sarebbe applicare anche luci supplementari o faretti a parete, pronti da azionare quando si serve il caffè o quando la conversazione diventa più “accesa”.
  • In cucina l’illuminazione deve essere molto efficiente: la luce dovrà essere grantita nei punti strategici come il tavolo da lavoro e i fornelli. In questo caso potrebbero essere utili dei faretti orientabili.

Pubblicato da Anna De Simone il 14 marzo 2014