Come eliminare gli afidi, rimedi naturali

come eliminare gli afidi

Come eliminare gli afidi con rimedi naturali e macerati fai da te. Le soluzioni più efficaci per eliminare gli afidi dalle piante.

Nell’articolo vi illustreremo come eliminare gli afidi dalle piante. Con l’arrivo della bella stagione le nostre piante, infatti, sono maggiormente esposte all’attacco di questi minuscoli insetti di colore verde chiaro, nero, arancio o grigio… Gli afidi si nutrono della linfa delle nostre piante e rilasciano una sostanza zuccherina che attira altri insetti parassiti.

L’eccesso di sostanze zuccherine da loro ingerite, infatti, viene espulso sotto forma di melata, sostanza di cui le formiche e altri insetti nocivi sono ghiotti. In più, succhiando la linfa, la pianta si indebolisce e diventa più esposto a malattie virali o fungine.

L’indebolimento della pianta, nella gran parte dei casi, determina la comparsa di funghi che rendono più difficoltosa la fotosintesi nelle piante. Il risultato? La pianta inizia a deperire velocemente.

Ci sono anche alcune specie di afidi che migrano facilmente da una pianta all’altra in quanto dotate di ali: questo comporta la trasmissione di diversi virus. Gli afidi si comportano come vettori di malattie da una pianta all’altra.

In vendita troviamo diversi prodotti specifici per eliminare gli afidi ma si rivelano dannosi per l’ambiente. Per fortuna possiamo ricorrere ai rimedi naturali e agli insetticida fai da te, a base di ingredienti facilmente reperibili in casa. I preparati che vedremo sono efficaci e facili da preparare, sono innocui per l’ambiente e, in più, non rischiano di provocare altri danni collaterali.

Prevenire è meglio che curare… le infestazioni!

Gli afidi attecchiscono in un ambiente caldo e umido, ma non sopportano pioggia, basse temperature e vento forte.

La loro presenza viene favorita anche da una scarsa circolazione dell’aria fra le piante e da un’irrigazione inadeguata.

Per prevenire gli attacchi degli afidi eseguite la classica potatura degli alberi. La vegetazione non dovrebbe essere soffocante o creare zone troppo fitte. Con una corretta potatura, l’intera pianta riuscirà a ricevere la giusta quantità di aria.

Se è possibile, dopo aver potato la pianta, spostatela in una posizione soleggiata fino a quando l’infestazione di afidi non sarà rientrata.

Come eliminare gli afidi

Se avete più piante, anche se non sono state ancora infestate dagli acari, a scopo preventivo, eseguite dei trattamenti applicando i preparati che a breve vi descriveremo.

Come eliminare gli afidi, rimedi naturali

Tra le varie soluzioni immediate non mancano rimedi “meccanici” quali:

  • Eliminare gli afidi manualmente, usando dei guanti e un batuffolo di cotone.
  • Erogare un forte getto d’acqua, senza trascurare la pagina inferiore delle foglie.
  • Tagliare direttamente la parte colpita, in caso di presenza circoscritta.

Per eliminare gli afidi possiamo ricorrere ai rimedi naturali fai da te. I macerati possono essere molto utili e, a tale scopo, ci servirà uno spruzzino per irrorare i preparati casalinghi sulla pianta colpita. Vediamo, nel dettaglio, cosa possiamo realizzare in casa con il fai da te.

Preparato a base di sapone di Marsiglia

La preparazione consiste nel far sciogliere 60 g di sapone di Marsiglia in scaglie, in 3 litri d’acqua calda. Quando l’acqua si sarà raffreddata, versate il liquido nello spruzzino e irrorate sulla pianta da trattare. Questo trattamento è efficace in caso di infestazioni moderate.

Macerato a base di aglio

Prendere 100 grammi di aglio e triturarli in modo sottile poi mescolarli in 8 litri di acqua; la miscela dovrebbe essere conservata dentro un contenitore con coperchio. Fatto ciò, lasciare macerare per circa tre giorni. Trascorso il tempo, filtrare il composto e travasarlo in uno spruzzino. Irrorare sulla piante senza trascurare nessuna foglia.

Molto efficaci sono anche i macerati di ortica, di assenzio e peperoncino. Il momento migliore per fare questa operazione è la mattina o il tardo pomeriggio, evitando le ore più calde della giornata.

Gli afidi hanno diversi nemici naturali, come per esempio coleotteri, coccinelle, larve di sirfidi e crisopidi. Anche le forbicine possono essere un buon alleato contro gli afidi.

Come eliminare gli afidi con il piretro

Se i macerati non dovessero funzionare perché ormai l’infestazione ha raggiunto il suo apice, ecco il rimedio che fa per voi. Il piretro, prima di essere un insetticida, è una pianta, è per questo che può essere considerato un rimedio naturale al 100% al pari del macerato di aglio.

Il suo principio attivo, la piretrina, è molto efficace nel contrastare la gran parte di parassiti di orto e giardino, afidi compresi. Il trattamento contro gli afidi va eseguito di sera, dopo il tramonto, così il sole non potrà intaccare l’efficacia del suo principio attivo che, essendo naturale, non è persistente come altre molecole chimiche sintetiche.

Il piretro è efficace contro:

1. afidi e pidocchi delle piante
2. pentatomidi come le cimici delle colture e le cimici verdi
3. coleotteri
4. miridi come il vettore del virus del mosaico della patata
5. cicaline
6. mosca bianca
7. forbicine
8. altica
9. mosca comune e zanzare
10. molti altri insetti parassiti delle piante

In commercio esistono diversi insetticidi a base di piretro, possono essere acquistati sotto forma di polvere o di pratico spray liquido. L’insetticida a base di piretro si trova facilmente presso garden center specializzati o può essere acquistato con la compravendita online: una confezione di Vitax spray – insetticida naturale a base di Piretro, da 750 ml, è proposta su Amazon al prezzo di 13,76 euro.

Purtroppo molte persone sono convinte che il piretro non sia efficace ma in realtà sbagliano solo a usarlo!

La piretrina è una sostanza fotosensibile (si disattiva alla luce diretta del sole), quindi, soprattutto in forma liquida, gli insetticidi a base di piretro vanno usati nel tardo pomeriggio. Solo così questo pesticida può manifestare i suoi effetti e eliminare i dannosissimi afidi!

Pubblicato da Anna De Simone il 2 giugno 2017