Come dormono i cavalli

Cavalli che dormono o si riposano

A pensare a come dormono i cavalli ci viene il dubbio che l’affermazione che lo facciano in piedi possa essere una bufala come quella degli asini che volano. E’ un comportamento che ha sempre incuriosito sia i più piccoli che i più grandi perché sembra davvero straordinario il fatto che questi animali letteralmente possano reggersi stabilmente sulle loro quattro gambe e allo stesso tempo riposarsi nel vero senso della parola. Eppure è così, questi animali straordinari sanno sorprenderci anche da questo punto di vista grazie a delle doti fisiche che glielo permettono.

Come vedremo sono infatti in grado di rilassare il proprio corpo sempre mantenendosi in equilibrio. Viene da chiedersi se si riposino solo così e se si riposino davvero. Ma iniziamo subito a capire qual è la magia che permette al cavallo di non cascare per terra mentre ronfa in piedi.



Come dormono i cavalli in piedi

Non è una leggenda, se chiedendo come dormono in cavalli vi rispondono in piedi non vi stanno prendendo in giro, perché è vero. Questo quadrupede a tutti gli effetti si addormenta e si regge in piedi ben stabile senza neppure ondeggiare, sulle sue quattro forti gambe. Non se lo possono permettere tutti gli animali con una simile struttura, i cavalli possono perché hanno una configurazione dei legamenti particolare che fa sì che gli arti e i muscoli rimangano in tensione ma senza richiedere chissà grandi sforzi. E non è necessario nemmeno che ci sia un controllo vigile dell’animale per non perdere l’equilibrio.

Appurato che tutto ciò sia possibile dal punto di vista fisiologico, è naturale domandarsi perché mai il cavallo debba stare in piedi quando potrebbe benissimo sedersi serenamente e dormire adagiato sul terreno. La risposta è piuttosto semplice anche se non intuitiva. C’è sonno e sonno e il quello che avviene in piedi non è un sonno particolarmente profondo, questo va ammesso.

Il cavallo ricorre a questi pisolini sulle quattro zampe quando è un po’ in allerta e sa che non può permettersi di abbassare totalmente la guardia. Allora eccolo appisolarsi in questa posizione non del tutto naturale per dormire, ma molto utile se si pensa di dover tornare attivi al primo segno di pericolo che potrebbe essere un predatore o qualsiasi altro nemico. Non gode particolarmente quando riposa così, non è quel bel sonno riposante, ma è sempre un modo per racimolare un po’ di energie ed andare in stand by.

Come dormono i cavalli sdraiati

Data la qualità del sonno in piedi che abbiamo appena raccontato, è abbastanza ovvio che i cavalli non possono dormire solo e soltanto così ma nelle loro giornate devono concedersi anche delle ore di sonno comodamente sdraiati e lo fanno. Quindi la risposta alla domanda come dormono i cavalli, è sia in piedi che sdraiati. Dipende e poi vedremo da cosa.

Quando riposano da sdraiati questi animali hanno un sonno molto più profondo ed entrano in fase REM. Vale anche per gli esseri umani, è necessario questo tipo di riposo per recuperare le energie non solo fisiche ma anche mentali.

Questa fase di sonno, profonda e riposante, non dura molte ore ed infatti non è facile sorprendere un cavallo sdraiato, spaparanzato per terra a russare come invece può capitare anche per altri animali. Se per gli esseri umani, a volte manca anche il tempo per dormire chissà quanto, nel caso dei cavalli ci sono invece delle vere e proprie ragioni fisiologiche perché il tempo lo avrebbero in abbondanza.

La enorme stazza di questi animali fa sì che in posizione sdraiata su alcuni organi interni molto delicati, come lo stomaco e il cuore, si imprima un peso che non è poi così a lungo sopportabile senza soffrire. Ecco perché non da cavalli non ci si può permettere di stare troppi minuti consecutivi a dormire sdraiati, se non si vuole affaticare inutilmente l’organismo. Per la stessa ragione se osserviamo il cavallo dormire così possiamo notare anche che continua a cambiare posizione, non è per inquietudine!

Come dormono i cavalli in piedi

Come decide di dormire un cavallo

Abbiamo capito che i cavalli possono dormire sia in un modo che nell’altro, ma allora come decidono? Con che criterio si addormentano su quattro zampe o sul terreno? E’ piuttosto semplice comprendere la logica che usa questo animale. Se ha a disposizione un giaciglio confortevole ad esempio foderato con morbida paglia, sarà maggiormente incline a godersi un po’ di ore di sonno REM, rilassandosi sdraiato su un lato. Conta molto il luogo quindi ma anche lo stato d’animo del cavallo che per abbandonarsi sul terreno, su un fianco, deve sentirsi sicuro e ciò non accade ovunque ma ad esempio all’interno della stalla.

C’è un altro fattore molto importante che i fluisce su come dormono i cavalli ed è sorprendentemente la composizione del terreno. Se l’animale nota camminando che il terreno non è duro e intuisce che potrebbe avere delle difficoltà a rialzarsi da terra una volta stesosi, allora resta in piedi per evitare trovarsi in pericolo, sdraiato e senza la possibilità di rialzarsi ed eventualmente scappare. Quella da sdraiato è una posizione di vulnerabilità.

Quanto dormono i cavalli

Tra i pisolini schiacciati sdraiati, in sonno REM, e il tempo passato in semiveglia ritto ritto sui quattro arti, quanto tempo dorme un cavallo in media? Non certo quanto noi umani e soprattutto non nello stesso modo perché nel mondo equino non c’è il concetto di “dormitona” di 8 ore come in quello umano. I cavalli spezzettano il riposo nell’arco della giornata e ogni volta si svegliano freschi e in forma.

Ti potrebbero interessare anche i nostri articoli correlati:

Pubblicato da Marta Abbà il 11 Dicembre 2020