Come curvare il legno

Come curvare il legno

Come curvare il legno: tipi di curvatura per il legno e possibili applicazioni in casa. Come piegare il legno con il fai da te o tecniche professionali.

La curvatura del legno è una delle lavorazioni più raffinate di questo materiale. Se il legno viene piegato con le giuste tecniche, rimarrà robusto e resistente, se la tensione è applicata in modo sbagliato, il legno potrà irrigidirsi fino a rompersi.

Curvare il legno, quale legno scegliere

Innanzitutto diciamo che non tutti i legni sono adatti alla curvatura. Il legno compensato si può quasi sempre curvare: quando un legno è tagliato in modo sottile, curvarlo è più semplice e la curvatura può avere un raggio più o meno ampio. Per questo diciamo che è relativamente semplice curvare legno compensato.

Quando un legno ha uno spessore maggiore, è indispensabile che sia privo di nodi e che si tratti di legno compatto e duro come quello di frassino, ciliegio, faggio, noce e quercia.

Altro fattore a incidere sulla curvatura è la stagionatura: un legno giovane è più facile da curvare ma la piega non reggerebbe! Per avere una curvatura perfetta, bisognerà usare un legno perfettamente stagionato.

Come curvare il legno

E’ possibile curvare il legno in due modi, entrambi possono essere eseguiti in casa e con il fai da te ma con precauzioni ben precise.

La prima tecnica per curvare il legno consiste nel procedere a una lavorazione di taglio e incollaggio, si parla infatti di curvatura artificiale. Una curvatura più naturale consiste nel bagnare le fibre di legno in modo da renderle più flessibili per l’applicazione della curva, in questo contesto si parla anche di curvatura del legno con vapore.

Come curvare il legno in casa? Potete procedere sia alla curvatura artificiale sia alla curvatura naturale. Per la curvatura artificiale dovete disporre di attrezzi da taglio per legno, per la curvatura naturale dovete disporre di una dima con spine.

La dima con spine può essere acquistata nei negozi di fai da te e bricolage oppure realizzata in autonomia sfruttando il legno!

La dima con spine è un piano in legno massello (o in legno multistrato) dallo spessore di almeno pochi centimetri. Su questo piano sono praticati dei fori posti in file e colonne perfettamente ordinate. I fori hanno un diametro di 15-20 mm e andranno a ospitare le spine destinate a tenere il legno piegato fino a curvatura ultimata.

La dima con spine dispone di un terzo elemento, una matrice; si tratta di un pezzo di legno (o multistrato) a forma rettangolare con un lato ad arco. La matrice è forata al centro così da essere bloccata con una spina a uno dei fori della dima.

Il legno da curvare viene posto a incastro tra il lato ad arco della matrice e le spine inserite nei fori del ripiano.

Questo sistema, apparentemente complesso, consente di curvare il legno in casa con una estrema facilità: grazie alle spine e ai fori è possibile impostare il raggio di curvatura più desiderato.

Con la dima con spine è possibile curvare listelli di legno o addirittura legno compensato anche dallo spessore inferiore agli 8 mm.

Per agevolare la curvatura, prima di porre il legno a incastro, questo dovrà essere messo a bagno in acqua tiepida. Affinché si impregni bene d’acqua sarà necessario immergerlo completamente e lasciarlo a bagno per diverse ore. Dovrà essere posto sulla dima ancora bagnato e rimanerci per diversi giorni, fino alla completa asciugatura. Se la curvatura non è come desiderata, è possibile ripetere il procedimento.

La curvatura del legno artificiale può essere usata solo al fine decorativo perché la resistenza della curva è piuttosto limitata. Al contrario, la curvatura naturale può dar vita a pezzi di legno impiegati per scopi strutturali.

Altri articoli dedicati alla lavorazione fai da te del legno: come lisciare il legno.

Ti potrebbe interessare anche Fioriere in legno

Pubblicato da Anna De Simone il 18 settembre 2016