Centropyge bicolor

Centropyge bicolor pesce angelo

Centropyge bicolor: scheda, prezzo, mantenimento in acquario, habitat naturale e tutti i consigli per allevare questo bellissimo pesce angelo.

Pesce angelo

Con il nome “pesci angelo” si identificano tutte le specie della famiglia Pomacanthidae, dell’ordine Perciformes e sottordine Percoidei. La famiglia Pomacanthidae contiene 88 specie suddivise in 8 generi, primo tra tutti il Centropyge.

A livello tassonomico, sono identificati comunemente come “pesce angelo” le specie raggruppate nei seguenti generi:

  • Apolemichthys
  • Centropyge
  • Cahetodontoplus
  • Genicanthus
  • Holacanthus
  • Paracentropyge
  • Pomacanthus
  • Pygoplites

pesci angelo vengono descritti come i più intelligenti dell’acquario, alcune specie possono sfoggiare livree molto particolari tanto da non passare inosservati anche nel più colorato acquario di barriera.

Tutti i pesci angelo, compreso il Centropyge bicolor sono ermafroditi protogini, le specie con protoginia maturano e si riproducono come femmine e successivamente si differenziano come maschi. In generale, tutti i pesci angelo preferiscono acque poco profonde (dai 2 ai 20 metri) anche se alcune specie vivono e si riproducono a 50 metri di profondità. I pesci del genere Centropyge sono ideali per l’acquario marino, soprattutto gli esemplari dal ridotto accrescimento… E’ necessario specificare che alcuni pesci angelo, per temperamento e in condizioni di cattiva alimentazione, possono rivelarsi dannosi per i coralli così come ti ho spiegato per il Centropyge Loriculus.

In questa pagina mi soffermerò sul pesce angelo Centropyge bicolor, sulla sua scheda, sulle sue abitudini ed esigenze in acquario.

Centropyge bicolor: scheda

Nome comune: pesce angelo bicolore

Origini: Oceano Pacifico occidentale (dal Giappone Meridionale fino alla Grande Barriera Corallina).

Habitat: vive in lagune, canali e pendii di barriera corallina protetti a profondità comprese tra 3 e 10 metri. Si avvistano raramente in acque aperte, lontani da rifugi o anfratti dove nascondersi.

Alimentazione: in natura si nutre principalmente di alghe, vermi e piccoli crostacei.

Descrizione: in natura, cresce fino a una lunghezza di 15 cm. Presenta la caratteristica livrea bicolore gialla e blu con una macchia blu sul capo e la pinna caudale gialla. La metà del corpo posteriore è blu, fatta eccezione per la pinna caudale gialla.

Tassonomia

  • Ordine: Perciformes (Percomorphi o Acanthopteri)
  • Sottordine: Percoidei
  • Famiglia: Pomacanthidae
  • Genere: Centropyge
  • Specie: Centropyge bicolor
  • Nome comune: pesce angelo bicolore

Centropyge: Riproduzione e sesso

I pesci di questa specie iniziano la loro vita senza aver sviluppato alcun sesso. Da adulti sono ermafroditi protogini, cioè diventano tutte femmine e solo gli esemplari più dominanti cambieranno sesso diventando maschi.

Le dimensioni sono la principale differenza che si instaura tra i sessi. Come distinguere un Centropyge maschio da una femmina? La differenza non sta tanto nella colorazione quanto nelle dimensioni. Se vuoi fare una coppia, dovrai scegliere un esemplare leggermente più grande e uno più piccolo. Entro poche settimane uno dei due pesci cambierà sesso per adattarsi all’altro. Se gli esemplari hanno già stabilito il sesso, un inversione di sesso potrebbe essere possibile ma ciò non solo richiederà più tempo ma anche un pizzico di fortuna!

Centropyge bicolor in acquario

Il centropyge bicolor è un pesce angelo di natura timida. Aggiungilo in un acquario ben maturo, che contiene abbastanza rocce da consentirgli un rifugio. Caverne, grotte e fessure da esplorare lo terranno al sicuro. Tieni presente che se il pesce angelo centropyge bicolor inizierà a sentirsi stressato o minacciato, potrebbe danneggiare i tuoi coralli.

Alimentazione

Quando acquisti un Centropyge bicolor prendi esemplari giovani, il motivo? Si adatteranno più facilmente all’alimentazione artificiale.

Nell’acquario, il centropyge bicolor farà piazza pulita di tutte le alghe filamentose presenti. Mangiano una grande varietà di alimenti surgelati compresi gamberetti, mysis, uova di aragosta… Accetta anche alimenti in scaglie, soprattutto a base di alga spirulina.

Se hai acquistato un esemplare adulto, sappi che sarà più difficile ad adattarlo all’alimentazione secca. Se la vasca è ben matura può iniziare a nutrirsi di tunicati o fauna bentonica già presente in vasca.

Il Centropyge bicolor mangia i coralli?

Ecco la nota dolente. Tutti i pesci angelo possono infastidire i coralli ma solo se stressati e mal nutriti. Al contrario del pesce balestra che ha come indole quella di distruggere le barriere coralline, il pesce angelo non attacca i coralli. Si consiglia di fornire al centropyge bicolor due pasti al giorno perché se mal nutrito e stressato, può iniziare ad attaccare non solo i coralli ma anche altri invertebrati presenti in vasca.

Ti raccomando di inserire un solo esemplare di pesce angelo dello stesso genere perché presentano una territorialità selettiva e tendono a essere aggressivi con altri pesci angelo del genere Centropyge.

Assolutamente il Centropyge bicolor non è adatto agli acquari di barriera in stile “nano reef”, in ambienti ristretti tendono a essere molto aggressivi.

Centropyge bicolor: prezzo

Ti sembrerà strano ma… ho pagato un esemplare di Centropyge bicolor solo 20 euro ma un piccolo negoziante, per un esemplare della stessa taglia mi ha chiesto ben 80 euro. Da ciò puoi capire che il prezzo è fatto molto dal rivenditore. Per esperienza ti dico che il centropyge bicolor si vede più raramente in commercio del più “blasonato” pesce angelo imperatore o del pesce angelo Centropyge Loriculus.

Pubblicato da Anna De Simone il 7 luglio 2018