Capre da latte: come allevarle

capre da latte

Capre da latte, capre sono e sono animali allevati sia per compagnia sia per reddito. Oltre al latte, possono fornire carne o lana. In ogni caso, quindi anche le capre da latte, sono versatili, ottime da allevare in una fattoria ma ci deve essere tanto spazio.

E’ importante capire cosa si vuole, da una capra, intendo, per scegliere la razza, ma prima ancora chiediamoci se siamo pronti ad allevare un animale che richiede impegno, costanza e presenza e a tratti anche tanta pazienza.



Non dimentichiamo lo spirito di tolleranza e sopportazione: le capre da latte sono comunque animali da fattoria, non possiamo pretendere che, anche se ci capita la più mansueta e igienista tra tutte le capre da latte del mondo, essa si comporti come un gatto o un cane.

Allevare capre da latte, ma anche da lana o da compagnia, significa dare loro da mangiare ogni giorno, comprare il mangime, pagare le visite dal veterinario e assicurarci che siano felici e in salute. Tenendo conto della grandezza e dello spazio a nostra disposizione, come capre da latte possiamo scegliere tra le più popolari: Alpine, LaMancha, Nubian, Oberhasli, Saanen & Sable, e Toggenburg. Oppure ci sono quelle da carne (Boer, Kiko, Spagnole, Savannah, Texmaster, Genemaster e Moneymaker) o da lana (Angora, Cashmere, Pygora e Nigora) e infine quelle da compagnia, spesso in miniatura, come Nigerian Dwarfs, Pygmy Goats e Kinder.

capre da latte

Capre da latte: come allevarle

Per allevare capre da latte è necessario disporre di parecchio spazio all’aperto, oltre ovviamente ad un luogo al chiuso dove possano riposare. Ogni esemplare ha bisogno di 3-5 metri di spazio che deve essere assolutamente asciutto e senza spifferi d’aria, con un pavimento coperto da un rivestimento, fatto di trucioli di legno, paglia e scarti di fieno. Non dimentichiamo il recinto, altrimenti addio capre da latte.

Le più vivaci, che si muovono velocemente, con facilità e con un andamento regolare, che non hanno protuberanze o ascessi e mostrano una pancia profonda e arrotondata, i fianchi larghi e le mammelle all’ingiù, sono le capre da latte da scegliere.

Se stiamo cominciando, possiamo concentrarci su una coppia di femmine, il maschio lo si affitta quando è necessario farle riprodurre. Si evita un problema, perché i maschi sono aggressivi e puzzano, di solito vengono prese queste capre se da carne o da addomesticare.

capre da latte come allevarle

Per l’età delle capre, tutto dipende dal budget e dal tempo che vogliamo aspettare, più sono giovani meno costano, ma dobbiamo attendere mesi e mesi e mesi per il primo latte. Si passa dalle capre da latte di 8 settimane, economiche, ma con cui aspettare quasi due anni prima di vedere il latte, fino alle capre da latte incinta che richiedono una tariffa extra ma l’attesa è di 5 mesi. Comprare capre da latte vecchie è economico ma rischioso, spesso ci rifilano le più deboli o malate.

Capre da latte: alimentazione e riproduzione

Per nutrire le capre da latte è necessario una grande quantità di fieno e frumento, e poi hanno bisogno di proteine, sopratutto se incinte, e di miscugli di minerali. Possiamo anche concedere loro frutta e verdura ma solo mele, pere, pesche, angurie, banane, carote, sedano, zucchine e spinaci, NON patate, pomodori e cavoli neri: potrebbero avvelenarsi.

Per la riproduzione delle capre da latte, si inizia all’età di 6 mesi e 30 kg di peso, quando sono in calore, cioè in agosto o settembre. La gravidanza dura 150 giorni, con 2-4 cuccioli, e il ciclo del latte inizia e poi prosegue con una produzione continua lungo 305 giorni interrotta da un periodo “asciutto” di due mesi prima di poter partorire nuovamente. Munte mattino e sera, le capre da latte producono circa 2,8 litri di latte al giorno.

capre da latte

Capre Saanen

Sono tra le più celebri capre da latte, arrivano dalla Svizzera ma sono ben diffuse anche in molti altri paesi europei. Questa razza è da allevamento intensivo, ha il pelo bianco, un aspetto slanciato, un peso di circa 70 – 75 kg, anche 80-100 per i maschi: è la più grande tra le capre da latte, tante da produrre 900 litri di latte in 300 giorni.

Capre Camosciate

Dalle Alpi arrivano le capre camosciate, sono capre da latte e basta. Oltre che in Svizzera, si trovano in Francia ed in Germania, am anche nel Piemonte e nel Trentino-Alto Adige, ogni tanto in Lombardia. Le capre camosciate hanno una taglia medio-grande, sono robuste e forti, temprate al freddo dei monti.

I maschi hanno la barba, le corna le hanno tutte, il nome deriva dal mantello che ricorda la colorazione di quello del camoscio alpino. Le capre camosciate sono infatti fulve, con toni più o meno scuri e una riga nera lungo la colonna vertebrale. Nere anche le estremità e la mascherina in viso.

capre da latte

Capre murciane

Questa razza di capre da latte arriva dal sud est della Spagna ed è molto allevata in Sud America e nel Nord Africa. Sono animali di taglia media (70 cm al garrese) e un fisico armonico, orecchie piccole e mantello di vari toni di rosso, fino al nero. Come capre da latte sono ottime: producono fino a 900 kg di latte.

Capre tibetane

Si chiamano così ma arrivano dalla Somalia, le capre tibetane, e in Italia sono presenti a scopo ornamentale, negli zoo e nelle fattorie didattiche. Il mantello delle capre tibetane può essere bianco, nero, marrone o pezzato con due o tre colori, come dimensioni misurano al garrese 50-60 cm, pesano 20-30 kg e hanno le corna, sia i maschi che le femmine.

Se vi è piaciuto questo articolo animalesco continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Pinterest e…  altrove dovete scovarmi voi!

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Pubblicato da Marta Abbà il 23 dicembre 2015