Bici che produce energia

Si può pedalare anche stando fermi, ne sanno qualcosa gli sportivi che frequentano le palestre. Quanti di voi hanno una cyclette in casa? E ancora, quanti di voi hanno mai pensato di agganciare le ruote a un generatore elettrico per trasformare la bici in uno strumento che produce energia? C’è chi l’ha fatto! Il prodotto si chiama weBike ed è una bici che produce energia.

WeBike potrebbe essere impiegata in casa ma non è pensata per l’uso domestico. Il suo design è stato realizzato per adattarsi ai bar o ad ambiente lounge. Strutturata sia sottoforma di tavolino con tre postazioni pedali, sia sottoforma di bancone dove tutte le postazione pedali sono poste una accanto all’altra. WeBike non è l’unica bici che produce energia, nelle piazze d’Italia, in occasione del Natale, molti alberi sono stati illuminati con la forza prodotta da ciclisti volontari, sempre in Italia, c’è stato addirittura un concerto alimentata da numerose biciclette.

In un carcere dell’America Latina, i detenuti possono ridurre la durata della loro condanna pedalando e producendo energia e c’è anche chi ha riprodotto il modello della bici che produce energia nel proprio garage. Conviene avere una bici che produce energia? In effetti produrre elettrici pedalando non è una trovata geniale se a pedalare è un singolo ciclista. Se un generatore elettrico è collegato a più bici che producono energia allora il discorso cambia.

Una singola bici che produce energia arriva a erogare una potenza di 500w quando a pedalare sono ciclisti esperti e in forma, probabilmente se pedalassi io non produrrei più di 250w di elettricità. Ancora una volta è l’unione a fare la forza! Siete mai stati ospiti di un Hotel Crowne Plaza? Sicuramente vi avrà colpito l’area benessere/fitness… Il Crowne Plaza di Amsterdam ha collegato le cyclette dell’area fitness a un generatore elettrico, l’energia prodotta va ad addizionarsi a quella erogata da un impianto di pannelli solari.

Pubblicato da Anna De Simone il 25 aprile 2013