Apepak, l’alternativa naturale agli involucri di plastica

apepak

Apepak è il primo involucro naturale al 100%, riciclabile ed etico. Un prodotto da introdurre nelle abitudini domestiche quotidiane per contribuire a migliorare il futuro del nostro pianeta!



Secondo le stime più recenti, nel 2050 avremo prodotto più di 25.000 milioni di tonnellate di rifiuti plastici, di cui la maggior parte di provenienza domestica. Uno studio sull’inquinamento globale della plastica pubblicato su Science Advances riporta che:

  • In appena 60 anni abbiamo prodotto 8,3 miliardi di tonnellate di plastica, di cui solo il 9% è stato riciclato.
  • Il restante 91% sotto forma di prodotti monouso va nelle discariche per poi finire inevitabilmente negli oceani.
  • Il 47% della plastica ritrovata nella grande chiazza di immondizia del Pacifico è composta da sacchetti e involucri di plastica.
  • 1 milione di uccelli marini e 100.000 mammiferi marini muoiono ogni anno scambiando per cibo i nostri rifiuti.

Come risolvere quindi il problema della plastica usa e getta che inquina i nostri mari e uccide milioni di animali?

Una soluzione c’è e si chiama Apepak. Un prodotto innovativo ed ecologico, nato tra la California e l’Italia, che si pone come alternativa agli involucri usa e getta di carta, plastica e alluminio impiegati comunemente per conservare gli alimenti.

Si perché se vogliamo migliorare l’ambiente e salvare noi stessi, dobbiamo modificare anzitutto il nostro stile di vita e le nostre abitudini quotidiane adottando soluzioni ecologiche e sostenibili. In questo senso, utilizzando abitualmente Apepak, risparmieremo ogni giorno all’ambiente 1 metro quadrato di pellicola di plastica o incarti usa e getta che finirebbero altrimenti in mare, con tutte le conseguenze negative che conosciamo.

Come si usa Apepak

Apepak si presenta come un canovaccio semirigido realizzato con c’era d’api e cotone biologico certificato GOTS, proveniente da coltivazione biologica e filiera sostenibile. Una miscela di ingredienti – composta da resina di pino e olio di jojoba – lo rendono anche malleabile, antisettico e termoformante.

Grazie al calore delle mani, infatti, la c’era d’api si scalda e si attiva diventando appiccicosa e permettendo così di creare un effetto ventosa. Ciò consente all’involucro di adattarsi a qualsiasi contenitore e alla conservazione della maggior parte dei prodotti alimentari che mantengono le loro proprietà anche dopo diversi utilizzi. Il vantaggio è di avere un prodotto riutilizzabile (indicativamente fino a 1000 volte per singolo foglio) e che alla fine del suo ciclo di vita non inquini.

Apepak involucro naturale

Può essere usato per conservare il pane oppure per avvolgere e mantenere freschi diversi alimenti quali frutta, verdura, snack e spezie. Ideale quindi per avvolgere il pranzo da portare in ufficio o per proteggere gli avanzi prima di riporli in frigo.

L’unico accorgimento è di non utilizzarlo con la carne cruda che rilascia sangue, in quanto ciò potrebbe intaccare l’impermeabilità di Apepak e macchiarlo permanentemente. Per garantirne la longevità, il prodotto deve essere lavato con acqua fredda e, se necessario, strofinato leggermente con una spugna e del sapone naturale. Il bello è che dopo pochi minuti dall’asciugatura potrà essere nuovamente utilizzato!

Da evitare, invece, è l’esposizione a fonti di calore sopra i 40° poiché la cera d’api potrebbe sciogliersi e rovinare definitivamente il prodotto.

Per vedere Apepak in funzione ecco un video dimostrativo:

Una soluzione che promuove anche l’inclusione sociale

Questa soluzione ha anche una forte valenza etica e sociale. La produzione di Apepak, difatti, è assegnata a L’Incontro Industria 4.0 Società Cooperativa Onlus che impiega persone con disabilità e con problematiche psico-sociali di diversa natura che, tramite questo lavoro, hanno la possibilità di riguadagnare dignità e ruolo sociale all’interno della comunità.

Ogni volta che si usa Apepak non solo si risparmia all’ambiente un metro quadrato di pellicola di plastica o incarti usa e getta, ma si contribuisce a remunerare il lavoro di un socio svantaggiato delle Cooperative Sociali. Supportando anche l’agricoltura di cotone biologico e dando agli apicoltori una fonte di reddito integrativo per proteggere la specie delle api da miele.

Apepak si può acquistare online sul sito ufficiale www.apepak.it, in tre diversi formati (piccolo, medio e grande), a seconda dell’uso che dobbiamo farne. Ad oggi è possibile comprarlo anche in 100 negozi italiani.

A cura di Christel Schachter