Zoonosi cane e gatto

Zoonosi

Zoonosi: cane e gatto, quali son o le malattie che si trasmettono dagli animali all’uomo, come prevenirle e cosa dovresti conoscere.

Lezoonosisono le malattie trasmesse all’uomoda diversi animali. Si parla soprattutto di zoonosi caneezoonosi gattodato che cane e gatto sono i due animali domestici più diffusi, ma sono altrettanto frequenti le zoonosi legate ad animali selvatici o animali insospettabili. Da non dimenticare, per esempio, le malattie trasmesse all’uomo da animali come il procione a causa delle quali, l’orsetto lavatore (procione) è stato inserito nella lista degli “animali pericolosi per l’uomo” al pari della vipera.

Zoonosi

Esistono centinaia e centinaia di zoonosi, elencarle tutte sarebbe impossibile e per questo ci limiteremo a fare una panoramica generale e parlare dellezoonosipiù frequenti e maggior rischio per l’uomo.

L’uomo dovrebbe essere piùcautoquando entra in contatto con animali che, a loro volta, sono entrati in contatto con randagi o animali selvatici. Per esempio, se porti il tuo cane a spasso al parco e ci sono molti cani randagi, privi di ogni vaccino e controllo, sappi che il tuo cane è esposto a un rischio e, di conseguenza, tu con lui!

Lezoonosisono frequenti anche negliallevamenti. Ti basterà pensare alle pecore che vanno a pascolare su un campo dove transitano specie selvatiche. Se tra le specie selvatiche un esemplare deposita unadeiezione, la pecora pascolando sullo stesso prato può essere soggetta a contaminazione oro-fecale. Questo esempio non è valido solo per le pecore ma anche per capre, bovini, conigli e altri animali.

Come si trasmettono le malattie da un animale all’uomo?

Se ti stai chiedendo come avviene il “contagio” tra “cane” e “uomo” o come passa la malattia da un gatto a una donna in gravidanza… sappi che i mezzi di trasmissione sono sempre gli stessi, a prescindere dall’animale che hai di fronte.

La trasmissione può avvenire attraverso:

  • Aperture naturali del corpo come apparato respiratorio (bocca e naso) e mucose oculari. Queste sono le vie di accesso più frequenti quando si parla dizoonosi di animali domestici.
  • Lesioni e micro-lesioni della cute rappresentano un’altra via d’accesso dei parassiti responsabili della zoonosi.

Se le lesioni della cute non sono pre-esistenti, si può pensare allezoonositrasmessedalle con morsi di animali e punture. La malaria, per esempio, è una zoonosi molto frequente e si tramette con la puntura di una zanzara che fa da vettore. Diverse malattie si possono trasmettere mediante il morso di un roditore… senza parlare di acari e conigli. La malaria non è l’unica malattia trasmessa dalle zanzare, ricordiamo anche febbre gialla e malattia del sono (Tripanosomiasi africana umana).

Buona parte deipatogeni che causano zoonosivengono liberati in natura attraverso le feci o le urine. Anche l’uomo può essere vittima diretta di questa trasmissione. In che modo?

  • Se l’uomo ha una microlesione alla cute del piede e cammina a piedi scalzi sul corso di un fiume o su un prato dove è presente urina contaminata…
  • Attraverso l’ingestione di cibi contaminati (verdure non lavate bene…)
  • Con le mani sporche, sembra banale ma se le tue mani entrano in contatto con cisti o altri elementi contaminati e poi mangi qualcosa, puoi ingerire l’organismo ospite indesiderato… oppure se sfreghi la mano contaminata sulle mucose o sugli occhi…

Insomma, la casistica è molto ampia e per questo è importante stare attenti.

Zoonosi cane e gatto

Attraverso il materiale fecale sono veicolati molti parassiti e tra questi diversiverminosicome quelle causate dagliascaridi(nematodi). Questi parassiti possono vivere nell’intestino di cani e gatti producendo materiale di propagazione che viene espulso con le feci.

Latrasmissione all’uomoavviene mediante le feci così come spiegato in precedenza. Il materiale di propagazione, che per semplicità chiameremo “uovo” è invisibile a occhio nudo e quando arriva nell’intestino umano dà vita a una larva che può muoversi liberamente nell’intestino mediante il circolo ematico. Il nematode ormai sviluppato,larva migrans, può raggiungere il fegato o l’occhio,causando gravi danni.

Altrezoonosi cane e gattosono l’idatidosi e la cisticercosi causate dalla tenia. La tenia vive nell’intestino del cane a che può sfruttare altri animali vettori come il gatto, il coniglioo altri animali erbivori.

Lagiardiasiè un altro parassita che può essere trasmesso con le feci di cani e gatti.

Zoonosi in gravidanza

Quando si parla dizoonosi gatto, non si può fare a meno di citare latoxoplasmosi, molto temuta dalladonna in gravidanza. La toxoplasmosi non è molto pericolosa per l’uomo ma nella donna in gravidanza può rappresentare un grave rischio per il feto: potrebbe causare malformazioni.

Invece di “demonizzare” il gatto, la donna in gravidanza potrebbe applicare buone pratiche preventive. Il gatto si infetta mangiando topi o uccelli che fanno da vettore del patogeno responsabile. Il gatto libera le oocisti del protozoo (una sorta di uova) attraverso le feci che, così, possono contagiare l’uomo.

I gatti che vivono esclusivamente in casa non hanno possibilità di trasmettere la toxoplasmosi. Tra le buone prassi di prevenzione vi è:

  • Sottoporre il gatto a visite veterinarie costanti ed eseguire eventuali trattamenti
  • Pulire spesso la lettiera così da eliminare le oocisti appena espulse
  • Curare l’igiene personale
  • Pulire la casa
  • Evitare di manipolare cibo con le mani sporche

Tra le altrezoonosi cane e gatto segnaliamo la Leptospirosi causata dal batterio Leptospira.

Pubblicato da Anna De Simone il 8 Aprile 2019