Vantaggi LED: ecco quali sono

Vantaggi LED

La tecnologia LED per l’illuminazione è sulla bocca di tutti, ma quali sono i vantaggi rispetto all’illuminazione tradizionale? Facciamo il punto ed ecco qui di seguito l’elenco (crediamo completo) dei vantaggi LED.

Vantaggi LED rispetto alle altre tecnologie

  • Risparmio energetico. A uguale potenza assorbita, il LED genera un flusso luminoso di circa 5 volte superiore rispetto alle lampade a incandescenza e alogene.
  • Minimo sviluppo di calore. L’efficienza elevata della tecnologia LED dipende dal fatto che solo una minima parte dell’energia assorbita viene dissipata in forma di calore. Le lampade LED restano fredde anche dopo molte ore di funzionamento, a differenza delle lampade a incandescenza e fluorescenti.
  • Funzionamento in bassa potenza. Uno dei principali vantaggi LED risiede nel fatto che per funzionare esse  richiedono correnti talmente ridotte da poter essere alimentate con energie rinnovabili, sole e vento. Questo rende i LED molto convenienti nell’illuminazione urbana e nella segnaletica stradale, abbassando i costi di gestione.
  • Maggiore durata di vita. La durata di una lampada LED è stimata in 50mila ore per blu e bianco e in 10mila ore nel caso di LED monocromatici. Una differenza abissale rispetto alle 750 ore delle lampade a incandescenza e le 7500 ore delle lampade fluorescenti.
  • Minori costi di manutenzione. La maggior durata di vita dei LED si traduce in costi di manutenzione più diluiti nel tempo.
  • Maggiore robustezza. I diodi LED sono meccanicamente robusti e resistono bene a urti e sollecitazioni, anche a caldo. Questa caratteristica rende i LED adatti anche ad applicazioni illuminotecniche in condizioni particolari ed estreme (
  • Resistenza a umidità e vibrazioni. I diodi sono sensibili all’umidità e alla polvere, ma la capsula di rivestimento li protegge rendendoli utilizzabili praticamente in tutte le condizioni particolari.
  • Accensione immediata a freddo. I LED hanno un tempo di accensione pari a zero fino a temperature di -40°C, a differenza delle lampade fluorescenti che si accendono gradatamente. Il flusso luminoso emesso dai LED è immediatamente pari al flusso di regime.
  • Emissione spettrale ristretta e colori saturi. I diodi permettono di eliminare i filtri colorati che solitamente si applicano alle altre lampade per produrre luce colorata, riducendone però l’efficienza. Miscelando più LED monocromatici è possibile una progettazione accurata dello spettro di emissione, adattandolo alle diverse esigenze specifiche, compresa la coltivazione indoor.
  • Dimensioni ridotte e flessibilità di applicazione. Essendo molto più piccoli delle lampade tradizionali, i LED possono essere integrati all’interno di elementi architettonici come pavimenti, pareti, soffitti, scaffalature e superfici varie.
  • Assenza di componente UV. La totale assenza di emissione ultravioletta permette ai LED di non alterare le forme e anche di non attirare gli insetti.

E gli svantaggi LED? Il punto debole delle lampade LED è rappresentato dal costo sensibilmente più elevato rispetto alle lampadine tradizionali. Tuttavia, considerati i vantaggi e il progressivo livellamento dei prezzi dovuto al diffondersi della tecnologia, è corretto considerare il relamping LED un buon affare.

Ti potrebbe interessare l’articolo sulle “Lampade a LED per risparmiare con stile

Pubblicato da Michele Ciceri il 8 marzo 2015