Tipologie di pannelli solari

 

Tipologia di Pannelli Solari

I pannelli solari, o più precisamente, utilizzando una terminologia tecnica, i “collettori solari”, si distinguono in tre principali macrocategorie:
1) Pannelli solari fotovoltaici
2) Pannelli solari termici
3) Pannelli solari termodinamici (o pannelli solari a concentrazione)

Vediamo ora in dettaglio quali sono le caratteristiche di queste tre tipologie di pannelli solari.



1) I Pannelli solari fotovoltaici utilizzano celle solari per convertire il calore del sole in elettricità per uso domestico. Questo processo avviene grazie alle proprietà del silicio (di cui sono composte le celle solari) capace di produrre energia elettrica quando irraggiato dal sole.

Un impianto di pannelli fotovoltaici da installare sul tetto della propria abitazione può avere un costo di circa 10.000 Euro, un costo ancora elevato considerati gli anni necessari per ammortizzare l’investimento iniziale. Questo periodo potrebbe pero’ ridursi quando i singoli impianti potranno essere facilmente collegati alla rete elettrica nazionale, immettendovi energia e generando ricavi per il possessore.

2) I Pannelli solari termici sono realizzati e installati per convertire l’energia solare in energia termica (calore). I Pannelli termici NON producono energia elettrica al contrario dei pannelli fotovoltaici.

Lo scopo di un pannello solare termico è quindi quello di produrre acqua calda che può essere poi utilizzata per lavarsi, cucinare, lavare i piatti o per riscaldare un’abitazione, facendo scorrere l’acqua in tubazioni disposte nei muri o sotto il pavimento.

Il costo di realizzazione di un impianto di pannelli solari termici varia dai 3.000 ai 9.000 Euro con un periodo di ammortamento che varia tra i 5 e i 10 anni.

3) I Pannelli solari termodinamici  sono utilizzati per produrre energia all’interno di un impianto solare a concentrazione. I pannelli solari termodinamici sono in sostanza specchi parabolici capaci di concentrare l’energia del sole verso un collettore al cui interno scorre un liquido termovettore. Questo liquido la cui temperatura può arrivare fino ai 600 gradi permette così di generare vapore ed energia adatta anche all’utilizzo industriale.

Per produrre energia con questa modalità è quindi necessaria una vasta superficie su cui disporre i pannelli solari termodinamici.

GUARDA: immagini delle diverse tipologie di pannelli solari.

Ti potrebbe interessare anche

Pubblicato da Matteo Di Felice il 4 febbraio 2012