Termocamino ad acqua o aria

Termocamino ad acqua o aria

Termocamino ad acqua o aria: come scegliere al meglio, pro e contro e tutte le informazioni utili per riscaldare casa con il termocamino.

Il termocamino è un apparecchio molto utile per riscaldare gli ambienti domestici. Il termocamino è considerato come l’evoluzione del caminetto tradizionale: è chiuso frontalmente da un vetro termico e consente il massimo recupero del calore tagliando le dispersioni termiche.

In commercio troviamo termocamini a legna, a pellet o termocamini intelligenti che funzionano con entrambi i tipi di biomasse. Quando decidete di comprare un termocamino non dovete scegliere solo sul tipo di alimentazione (pellet, legna o ibrido), bisognerà riflettere anche sul tipo di propagazione del calore, ad aria o a acqua.

Termocamino ad aria, pro e contro

Tra i vantaggi dei termocamini ad aria figura sicuramente il costo. I prezzi dei termocamini ad aria sono più contenuti rispetto ai termocamini ad acqua.

Nel termocamino ad aria il calore prodotto con la combustione, viene distribuito nel locale da riscaldare mediante bocchette. Il vettore termico, in questo caso, è l’aria.

Con il termocamino è possibile riscaldare più ambienti adiacenti, basterà montare un sistema di canalizzazione in grado di trasportare aria calda negli altri locali limitrofi.

Tra gli svantaggi ricordiamo che, in caso di impianto di riscaldamento pre esistente, il termocamino ad aria è indipendente dal sistema di riscaldamento della casa. Il termocamino ad aria non può essere utilizzato pre la produzione di acqua calda sanitaria.

Termocamino ad acqua, vantaggi e svantaggi

termocamini ad acqua possono essere usati per riscaldare più stanze o l’intera casa sfruttando le stesso meccanismo di una calda. Il vettore termico è proprio l’acqua.

I termocamini ad acqua, infatti, trasportano il calore al pari di una caldaia a metano: riscaldano l’acqua che fluendo nei radiatori, riscalda la casa.

Risparmio energetico con il termocamino ad acqua

L’acqua calda in eccesso, prodotta dal termocamino, può essere accumulata in un serbatoio apposito (puffer) e mantenuta a temperatura per essere erogata, già calda, al momento del bisogno.

Il puffer è un elemento molto comodo per chi sta progettando di riscaldare l’intera casa mediante un termocamino ad acqua, l’unico svantaggio è l’ingombro. Un puffer, infatti, si presenta come un grosso cilindro di acciaio, è rivestito da materiale isolante e a fare il prezzo, oltre alle dimensioni, è anche il tipo di materiale usato.

Il materiale determina il grado di coibentazione del serbatoio, materiali migliori determinano un maggiore mantenimento della temperatura dell’acqua.

Chi punta al risparmio energetico e progetta di riscaldare casa con un termocamino ad acqua, oltre ad adottare un puffer per lo stoccaggio dell’acqua calda, potrebbe valutare anche l’installazione di un pannello solare fotovoltaico. Per tutte le informazioni su queste integrazioni a basso consumo energetico vi rimandiamo alle pagine:

Tra i vantaggi del termocamino ad acqua segnaliamo la possibilità di usarlo come fonte per il riscaldamento a pannello radianti (riscaldamento a battiscopa o sotto il pavimento).

Un termocamino ad acqua può integrarsi perfettamente con l’impianto di riscaldamento pre-esistente. Anzi, il termocamino ad acqua potrebbe sostituire completamente il lavoro della caldaia perché provvede alla produzione di acqua calda sanitaria e al riscaldamento domestico proprio come farebbe una caldaia a gas.

Termcoamino ad acqua, prezzi

Tra i contro dell’acquisto di un termocamino ad acqua segnaliamo sicuramente il prezzo più elevato rispetto quelli ad aria. In più, in caso di assenza di un impianto di riscaldamento, ai prezzi d’acquisto del termocamino andranno aggiunti i costi per l’acquisto e l’installazione dei radiatori di calore (termosifoni).

Per farvi un’idea dei prezzi dei termocamini ad acqua vi citiamo il nome di alcuni modelli presenti sul mercato. Il termocamino ad acqua Jolly Mec si compra a prezzi da 1.550 euro, il termocamino BZCommerciale vede un costo di 2.600 euro; i termocamini “Termoidraulica Orsina” si comprano a prezzi compresi tra i 2.800 e i 3.900 euro. In genere, la maggior parte di modelli di termocamini vedono prezzi intorno ai 2.000 euro.

I prezzi salgono vertiginosamente quando si cercano termocamini ad acqua di design.

Pubblicato da Anna De Simone