Come scegliere lo scaldabagno elettrico

Lo scaldabagno elettrico non è certo l’ideale per riscaldare l’acqua in casa ma se non c’è alternativa è bene seguire alcuni accorgimenti per utilizzarlo al meglio! Nell’articolo vi illustreremo come scegliere lo scaldabagno elettrico per ridurre il più possibile i consumi energetici.

Come scegliere lo scaldabagno elettrico, l’alternativa
L’ideale sarebbe scegliere uno scaldabagno a metano o meglio con un impianto solare termico che consenta di riscaldare l’acqua sfruttando l’energia solare. Pertanto prima di acquistare uno scaldabagno valutate bene su quale tipo orientarsi.

Come scegliere lo scaldabagno elettrico, le indicazioni
Lo scaldabagno elettrico è rimasta l’unica soluzione disponibile? Allora scegliete un modello di dimensioni adeguate alle reali esigenze della propria famiglia. Dunque è utile sapere che una coppia consuma circa 60 litri di acqua al giorno, che possono diventare 180-200 per una famiglia dalle 4 alle 6 persone.
Altra considerazione da fare al momento della scelta, è di optare per gli scaldabagni elettrici ad alta efficienza energetica, almeno per limitare il dispendio energetico. Tra i nuovi modelli troviamo quelli che funzionano grazie a una pompa di calore alimentata a energia elettrica: hanno un risparmio energetico di circa il 70%.
Ecco alcuni modelli in commercio: Nuos Evo Della Ariston, il Termox di Tekno Point Italia o il Futura prodotto dal marchio Like. Altro modello degno di nota è il Carbon Boiler di Thermal Technology, con una superficie riscaldante particolarmente ampia che garantisce prestazioni particolarmente efficienti.

Come scegliere lo scaldabagno elettrico, dove installarlo
Anche la collocazione strategica dello scaldabagno può aiutare a risparmiare in bolletta. Pertanto è bene posizionarlo vicino agli impianti che dovrà servire: in questo modo sarà possibile limitare la perdita di calore durante il percorso dell’acqua calda nei tubi.
Potrebbe essere una buona idea posizionare un secondo scaldabagno più piccolo in corrispondenza del lavello in cucina da utilizzare per il lavaggio delle stoviglie.

Indicazioni utili: evitare di piazzare lo scaldabagno elettrico vicino a una finestra o su una parete molto fredda o umida. Nell’ottica del risparmio energetico è bene regolare con attenzione il termostato dello scaldabagno elettrico, posizionarlo a una temperatura di 55-60 gradi nei mesi invernali e di 40 in estate.

Vi potrebbe interessare anche l’articolo sullo Scaldapiedi elettrico

Pubblicato da Anna De Simone il 20 maggio 2013