Strategie per ridurre i consumi

Sono molte le strategie che ci consentono di ridurre i consumi. Il primo passo da fare per ridurre i consumi consiste nell’eliminazione di tutti gli sprechi. Non sempre ce ne rendiamo conto ma le nostre attività quotidiane sono ricche di sprechi, gli sprechi sono consumi che potrebbero essere facilmente evitati.

Come ridurre i consumi, la vita domestica
Divideremo i consumi domestici in quattro differenti compartimenti:
-la cucina, caratterizzata da consumi e sprechi alimentari
-l’elettricità, dove i consumi sono dati dall’uso inadeguato degli elettrodomestici
-il riscaldamento, qui i consumi sono dati da sistemi troppo energivori e da cattive abitudini
-l’acqua, anche in questo caso i consumi si correlano sia alla rubinetteria inadeguata che alle cattive abitudini

Per ridurre i consumi in cucina è opportuno effettuare spese meno selvagge. Abbandonare l’idea delle scorte e ignorare le offerte “tre per due”. Ti occorrono davvero tre confezioni di tovaglioli o potresti usarne una con più parsimonia o ancora, potresti usare quelli di stoffa e fare la lavatrice solo a pieno carico e con acqua fredda? In questo articolo tutti i consgili per ridurre gli sprechi in cucina. Riguarda le tue abitudini senza abbandonare l’occhio critico!

Il discorso cambia molto quando si parla di consumi elettrici. Molte persone sottovalutano l’importanza dell’etichetta elettrica e finiscono per acquistare apparecchiature obsolete ed energivore solo perché a basso prezzo, senza considerare che poi si faranno pagare a vita sulla bolletta. Inoltre le apparecchiature in standby (anche la tv quando presenta il led rosso attivo) consumano molta energia. L’uso della “ciabatta multispina” con pulsante “on/off” consente di ridurre i consumi elettrici annui di ben 80 euro! Anche il forno, il frigorifero e la lavatrice possono aiutarvi nell’opera di riduzione dei consumi: tutte le istruzioni a questo indirizzo.

Per ridurre i consumi sul riscaldamento basterebbe effettuare opere di manutenzione/ristrutturazione di pareti e infissi, oppure ritoccare le abitudini quotidiane: evitare ricambi d’aria inutili, limitarsi a regolare la temperatura a circa 16-19 gradi. Imparare a usare un maglione anche in casa e seguire gli altri consigli riportati in questo articolo.

Parlando sempre di consumi domestici, un ambiente molto esigente è il bagno. E’ possibile ridurre i consumi con l’uso attento dello scaldabagno e l’utilizzo più consapevole delle risorse idriche. A questo articolo vi segnaliamo 12 modi per risparmiare acqua in casa.

Pubblicato da Anna De Simone il 13 maggio 2013