Pannelli fotovoltaici rossi

Pannelli fotovoltaici rossi

La diffusione dei pannelli fotovoltaici rossi è preziosa per chi vive in centri storici soggetti a vincoli paesistici. Il fotovoltaico rosso riesce a mimetizzarsi con le tegole e con i coppi in cotto abbassando al minimo l’impatto estetico.

Si tratta di un ottimo esempio di fotovoltaico integrato nell’architettura che non fatica a ottenere il nulla osta dalla soprintendenza dei beni culturali.

Panni fotovoltaici e vincolo paesaggistico

Chi abita nel centro storico o in zone di pregio sottoposte a vincolo paesaggistico e ambientale, sa bene che non potrà ambire al classico tetto fotovoltaico: ottenere le autorizzazioni necessarie per installare il classico impianto fotovoltaico, in queste zone, è davvero difficile.

Per chi vuole installare un impianto fotovoltaico in zone coperte da vincolo paesaggistico, arrivano due alleati:

  • da un lato, la Corte di Cassazione, ha stabilito che ogni autorizzazione negata per l’installazione di pannelli solari, deve essere motivata in modo dettagliato. Questa decisione implica studi tecnici sul posto e tutela gli utenti che vogliono sfruttare l’auto-produzione di energia solare.
  • Dall’altro, si stanno diffondendo moduli fotovoltaici perfettamente integrati nell’architettura che non vanno a deturpare il paesaggio.

Tra i moduli fotovoltaici integrati segnaliamo i pannelli solari rossi, nati per essere installati in quei centri storici che vedono coperture in tegole rosse e coppi in cotto.

Se vi è stata negata l’autorizzazione all’installazione di un impianto fotovoltaico potete presentare ricorso: sono molti i casi di ricorso andati a buon fine. A tal proposito vi consiglio di leggere la pagina dedicata al nulla osta paesaggistico per fotovoltaicograzie alle recenti sentenze della Corte di Cassazione, la sovrintendenza non può più negare l’autorizzazione “a prescindere”, senza aver eseguito studi tecnici e senza aver fornito una spiegazione dettagliata al richiedente.

Tegole fotovoltaiche: celle fotovoltaiche trasparenti

Sul mercato si stanno diffondendo moduli fotovoltaici mimetici che allargano gli orizzonti del fotovoltaico integrato. Tra i pannelli fotovoltaici mimetici segnaliamo degli elementi trasparenti che simulano i classici coppi e le tegole in cotto dei centri storici.

Queste particolari tegole sono in grado di produrre energia perché sono ricoperte da celle fotovoltaiche trasparenti. L’impiego di tegole fotovoltaiche abbatte sia vincoli ambientali sia vincoli paesaggistici legati all’installazione di un impianto fotovoltaico domestico.

In base alle proprie esigenze, sul mercato si possono trovare:

  • tegole fotovoltaiche marsigliesi
  • tegole fotovoltaiche portoghesi
  • coppi fotovoltaici
  • scandole fotovoltaiche

L’ampia scelta consente di integrare le tegole fotovoltaiche sul tetto pre-esistente senza dover eseguire la sostituzione dell’intera copertura.

Purtroppo, il limite di questa innovazione è legato ai prezzi. Ogni singola tegola fotovoltaica può avere un costo compreso tra i 40 e i 100 euro. Ipotizzando che per eseguire la copertura di un tetto occorrono circa 500 tegole, l’impianto fotovoltaico integrato verrebbe dei costi compresi tra i 20.000 e i 50.000 euro, senza considerare il costo necessario per l’installazione.

Questi costi possono essere abbattuti parzialmente mediante gli incentivi fiscali dedicati alle ristrutturazioni edilizie: lo stato prevede un incentivo erogato in termini di detrazione fiscale, pari al 50%. Per gli interventi eseguiti nel 2017, tale percentuale scende al 35%. Per un approfondimento sul fotovoltaico trasparente vi invito a visitare la pagina dedicata ai prezzi delle tegole fotovoltaiche.

Pannelli fotovoltaici rossi

Meno integrati sui tetti ma comunque più tollerati in termini di vincolo ambientale o paesaggistico, sono i pannelli fotovoltaici rossi. Questi pannelli sono costituiti da celle fotovoltaiche policristalline che hanno la particolarità di non essere blu: sono caratterizzati da un colore rossiccio, anzi “rosso mattone”.

In questo modo, il fotovoltaico non si integra perfettamente con l’architettura perché prevede installazione con supporti a sé (proprio come i classici tetti solari); nonostante la mancata integrazione, i pannelli fotovoltaici rossi sono in grado di ottenere le autorizzazioni necessarie all’installazione di tetti solari nei centri storici e aree sottoposte a vincoli ambientali e paesaggistici. Per tutte le informazioni sui pannelli fotovoltaici rossi (rendimento energetico, produzione elettrica, efficienza…) vi rimando alla pagina dedicata ai moduli fotovoltaici rossi.

Pubblicato da Anna De Simone il 19 ottobre 2016