Noradrenalina alta

Noradrenalina

Noradrenalina, un ormone che, come spesso accade, svolge funzioni importante e a nostra insaputa. A meno di non lavorare nel settore, spesso si ignorano certi termini specifici di ormoni che attivano o collaborano nello svolgimento di funzioni molto importanti per la nostra sopravvivenza. Andiamo a scoprire cosa fa la Noradrenalina e a cosa servono i farmaci che la contengono.



Noradrenalina: cosa è

Può essere chiamata anche norepinefrina ed è un ormone sintetizzato nella porzione interna, midollare, del surrene. Svolge l’essenziale ruolo di neurotrasmettitore: una volta prodotto dal sistema nervoso centrale e periferico entra in circolo. Nella maggior parte dei casi proviene dalle terminazioni nervose perché il 90% delle cellule della midollare del surrene sono specializzate nella sintesi dell’adrenalina.

Noradrenalina alta

Cosa significa avere la Noradrenalina alta? Di solito essa viene rilasciata in quantità anomale, superiori alla norma, in occasione di un forte stress fisico o psicologico. Può essere una emorragia grave, una riduzione delle concentrazioni ematiche di glucosio, delle ferite legate ad un trauma o a degli interventi chirurgici, oppure in occasione di esperienze paurose… terrificanti!

Noradrenalina

Quando è in circolo in alte quantità, la noradrenalina, fa in modo che la frequenza cardiaca acceleri e che il rilascio di glucosio dalle riserve energetiche aumenti. Fa aumentare anche il flusso sanguigno ai muscoli scheletrici. Agendo in combinazione con l’epinefrina, questo ormone ci prepara all’attacco o alla fuga, ci da una grinta e una forza impensabili, in tempi brevissimi, rendendoci in grado di compiere uno sforzo fisico violento. Non ha invece un legame così stretto con la dopamina, meglio specificarlo visto che i nomi di queste sostanze possono essere facilmente confusi

Noradrenalina e adrenalina

Non sono la stessa cosa Noradrenalina e adrenalina, la prima, per raggiungere alti livelli nel nostro sangue, richiede stimoli decisamente più forti rispetto alla adrenalina. Quindi alla base ci deve essere più stress alla base per avere Noradrenalina alta.

Ciò che poi si verifica un aumento della frequenza e della contrattilità cardiaca, un innalzamento della pressione arteriosa per vasocostrizione arteriolare cutanea, genitale, splacnica e renale. Altri effetti di questo ormone sono la contrazione degli sfinteri, la dilatazione della pupilla e la sudorazione mentre a livello metabolico esso promuove glicogenolisi, gluconeogenesi e lipolisi andando a diminuire la secrezione di insulina ed aumentando quella di glucagone.

Noradrenalina

Noradrenalina per dimagrire

Proprio questo effetto metabolico è alla base dell’idea di usare la Noradrenalina per dimagrire. In realtà è bene non farlo perché ci sono più rischi che benefici. E’ vero che questo ormone fa aumentare la liberazione degli acidi grassi dai depositi adiposi attivandone il loro metabolismo a livello dei tessuti periferici, ma questo meccanismo porta anche a dei rischi per la nostra salute e i medici consigliano di provare altre strade per diminuire di peso.

Lasciamo stare quindi prodotti che la promuovono per la sua azione dimagrante e quegli integratori dimagranti, come la caffeina, l’ormai vietata efedrina, la sinefrina e le droghe che la contengono come guaranà, matè, caffè, tè, cola, ephedra, arancio amaro.

Noradrenalina

Noradrenalina: farmaci

Ci sono dei farmaci con Noradrenalina che risultano utili, essa viene spesso impiegata in terapia d’emergenza per episodi di ipotensione severa, shock settico e shock cardiogeno. In caso di depressione, può capitare che vengano prescritti farmaci inibitori del reuptake della serotonina e della noradrenalina, che ne aumentano le concentrazioni disponibili nelle sinapsi migliorando il livello di comunicazione tra le cellule nervose.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Instagram

Pubblicato da Marta Abbà il 2 aprile 2018