Neva Masquerade

Neva Masquerade

Non è così facile intuirlo ma Neva Masquerade è il nome di un gatto, di un gatto anche piuttosto raro quindi nulla di male se state scoprendo in questo momento la sua esistenza. Siamo qui proprio per vedere che sembianze ha e come si comporta, ma anche da dove arriva. Cominciamo ad indagare sul suo nome che deriva dal fiume Neva in Russia. E’ infatti in quei territori che sono stati trovati i primi gatti siberiani con questa particolare colorazione che, devo dirlo, mi piace moltissimo. Sembra che io non sia l’unica ad apprezzarla.



Neva Masquerade: origini

Pur non essendo un gatto noto, il Neva Masquerade è un animale antico, se si vanno a cercare le sue origini bisogna scavare nella sua storia antichissima che ha in comune con il Gatto siberiano, gatto il cui standard ha origine a San Pietroburgo. Lo standard del Siberiano è arrivato solo nel 1990, poi nell’anno seguente è stata introdotta la colorazione colourpoint nella razza del Gatto Siberiano e solo dal gennaio del 2009, finalmente, è il caso di dire, il Neva Masquerade è stato riconosciuto come razza sorella del Gatto Siberiano.

Ci sono molte somiglianza tra le due razze, questo è innegabile e visibile anche per chi ama i gatti ma non si intende di standard e origini, incroci e genetica.

Neva Masquerade: caratteristiche

Una delle prime caratteristiche che stupiscono nel Neva Masquerade sono le sue dimensioni, affatto indifferenti, infatti è considerato un gatto gigante. Oltre a questo, appartiene anche alla categoria dei gatti di razza a pelo semilungo, effettivamente anche il suo bel pelo salta all’occhio anche ai non esperti.

La lunghezza del mantello e la sua forma possono variare in modo stagionale, come se il gatto si coprisse per ripararsi dal freddo. A tutti gli effetti accade qualcosa di simile visto che proprio nel periodo invernale gli cresce un sottopelo stagionale idrofugo più fine che sul collo va a formare una gorgiera molto vistosa. Ecco allora che è facile trovarsi a paragonare il nostro Neva Masquerade ad un leone.

Un mantello del genere richiede delle particolari cure per fare in modo che non si creino nodi e non si infeltrisca diventando una criniera disordinata e sgradevole. E’ una delle poche opere di manutenzione che il gatto richiede per questa razza che per il resto non mostra particolari esigenze.

Neva Masquerade: caratteristiche

Oltre al pelo anche la cute del Masquerade si adatta alla temperatura, in generale è più spessa che negli altri gatti perché si associa al pelo come strategia di protezione dal freddo che regna nelle zone in cui questa razza trova le sue origini, non ce lo dimentichiamo. Come accade con il pelo, anche la pelle di questo animale si adatta alla stagione e in inverno si inspessisce ulteriormente per aumentare l’attività circolatoria del sangue.

Un altro piccolo “accorgimento” anti freddo sta nelle zampe ed è piuttosto curioso: nelle zampe spuntano dei ciuffetti di pelo molto sporgenti tra le dita e sotto al palmo. Si tratta di un modo per la razza di avere le zampette maggiormente isolate dal freddo e dall’umidità.

Neva Masquerade ipoallergenico

Come il Gatto Siberiano, anche il nostro Neva Masquerade è emerso essere adatto a chi è allergico ai gatti in generale. Sono stati condotti degli studi in varie università americane ed è stato provato che queste due razze, al contrario di altre, hanno una produzione molto esigua della proteina fel d1 responsabile delle allergie nell’uomo.

Neva Masquerade ipoallergenico

Standard di razza del gatto Neva Masquerade

Ci sono delle caratteristiche che il Neva Masquerade deve avere per rientrare negli standard della sua razza, così faticosamente riconosciuta dopo un iter travagliato, Questo gatto deve avere la testa leggermente più lunga che larga, lievemente arrotondata, zigomi ben sviluppati, naso largo di media lunghezza e leggermente rientrante. Per quanto riguarda le orecchie, devono essere di media grandezza, distanziate e larghe alla base, arrotondate in punta. Ciuffi di pelo escono dall’interno come quelle delle linci, ciuffi di pelo come quelli che spuntano anche sotto le zampette, come abbiamo già fatto notare. Il Neva Masquerade ha dei bellissimi occhi grandi e obliqui, leggermente ovali, distanti e che possono essere esclusivamente color blu profondo.

Passando al corpo del nostro gatto, notiamo che oltre ad essere gigante, è anche muscoloso, di forma tendente al rettangolare, con il torace largo; le zampe di media altezza, grosse e robuste, i piedi rotondi. Arriviamo alla coda che, coerentemente con il resto del corpo, è spessa, arrotondata, grossa alla base e a decrescere verso la punta.

Del pelo abbiamo già parlato, ricordiamo che è semilungo e molto denso, c’è poi anche il sottopelo ma è lo strato superficiale ad essere idrorepellente. Per quanto riguarda il suo colore, lo standard ammette tutte le colorazioni con e senza bianco ad esclusione del color chocolate, lilac, cinnamon e fawn.

Neva Masquerade: carattere

In natura il Neva Masquerade si è inselvatichito ma in generale se lo mettiamo in un contesto cittadino o domestico si adatta senza problemi, anche con i ritmi di una famiglia con bambini, esseri con cui si mostra molto socievole. E’ un gatto aperto al rapporto con l’uomo ma molto discreto, accoglie gli ospiti ma non da fastidio, non è di quei gatti egocentrici che monopolizzano l’attenzione. Se in casa ci sono altri animali, compresi i gatti di tutte le età, convive serenamente senza attacca, al massimo se ne allontana con serenità.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Instagram

Pubblicato da Marta Abbà il 7 novembre 2018