Manovra di Heimlich

 

Manovra di Heimlich

Manovra di Heimlich, un gesto, anzi, una sequenza di gesti che può salvare la via. Questa mossa salvifica prende il nome dal medico statunitense Henry Heimlich, che per primo la ha descritta nel 1974, rendendola più facile da imparare e da divulgare.



Manovra di Heimlich: cosa è

Si tratta di una tecnica di primo soccorso che serve per rimuovere un’ostruzione delle vie aeree che può essere stata causata da vari generi di episodi. E’ ad oggi una misura efficace per risolvere in poco tempo la maggior parte dei casi di soffocamento ma può essere utilizzata solo nelle persone coscienti. Detta in breve, ma non è così banale poi farlo, la Manovra di Heimlich prevede l’alternanza di 5 colpi alla schiena con 5 spinte addominali, la si effettua utilizzando le mani ed esercitando una forte pressione sotto il diaframma.

Così facendo si comprimono i polmoni e, di conseguenza, sugli eventuali oggetti che in quel momento malauguratamente si trovano nella trachea, provocandone l’espulsione. E’una sorta di colpo di tosse artificiale ed indotto da una terza persona, il soccorritore.

Manovra di Heimlich

Manovra di Heimlich sui bambini

Solo se il neonato è cosciente, si può effettuare questa manovra applicando 5 colpi interscapolari alternate a 5 compressioni toraciche sullo stesso punto in cui si pratica il massaggio cardiaco esterno. Per un neonato non si può procedere di default come se avessimo di fronte un adulto però, è necessario prendere delle precauzioni.

Se il lattante diventa incosciente, è assolutamente necessario sistemarlo supino su piano rigido e allertare il 118 in modo che intervenga un soccorritore esperto. Devono essere effettuate una serie di operazioni che non si possono improvvisare, seppur con la massima buona volontà.

Manovra di Heimlich

Manovra di Heimlich su adulto

Quando si effettua tra adulti è necessario che la persona che pratica la manovra di Heimlich si posizioni in piedi dietro la vittima in modo da cingerla con le braccia intorno ai fianchi, sotto le braccia.

Una mano con il pugno chiuso deve essere posizionata con la parte del pollice appiattita contro l’addome, nella zona tra lo sterno e l’ombelico, l’altra deve afferrare il pugno andando poi a spingere per una serie di volte verso l’alto, fino a quando l’oggetto che ostruisce le vie aeree non viene espulso.

E’ importante fare in modo che le spinte non arrivino a comprimere o stringere la gabbia toracica. Ci sono delle linee guida relative alla Manovra di Heimlich dettate dall’European Resuscitation Council che prevedono 5 colpi dorsali e 5 compressioni sottodiaframmatiche.

Manovra di Heimlich

Manovra di Heimlich: primo soccorso

Dopo aver effettuato questa manovra il supporto del medico è sempre necessario, anche se la persona riesce a respirare di nuovo, perché un controllo serve per escludere eventuali possibili traumi secondari. E’ chiaro, a maggior ragione, che se la persona soccorsa non respira, è indispensabile effettuare una chiamata di emergenza, cosa che viene consigliata anche se il soccorritore è da solo con l’infortunato.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Instagram

Ti potrebbe interessare anche:

Pubblicato da Marta Abbà il 22 febbraio 2018