La spazzatura come fonte energetica

I rifiuti possono essere una fonte di energia pulita? Mentre a Napoli si brevetta una tecnologia che sfrutta un batterio mangia rifiuti, negli Stati Uniti 2400 discariche prestano i loro rifiuti per la produzione di energia pulita. Certo, l’eolico e il solare continuano a essere le fonti rinnovabili più affascinanti ma anche la spazzatura vuole la sua parte!

La tecnologia che consente la conversione dei rifiuti in energia è ormai matura. Negli Stati Uniti sono oltre 500 gli impianti già attivi e altrettanti i siti che aspettano di funzionare da impianti energetici convertendo i gas ricavati dai rifiuti in energia elettrica. Un gran bel risparmio energetico per l’ambiente che ogni anno si trova a dover smaltire o stoccare tonnellate di spazzatura sprigionado CO2 e al contempo produrre energia elettrica emettendo CO2 e fabbricare altri oggetti destinati a diventare spazzatura!

GUARDA LE FOTO DEGLI IMPIANTI E GLI SCHEMI DI FUNZIONAMENTO

Il recupero di gas dalle discariche era realtà già nel 1975, ad affermarlo è Jean Bogner, Premio Nobel per la Pace nel 2007 ed esperto geochimico presso l’Università dell’Illinois, Chicago. Rispetto all’energia ricavata dalla biomassa che in Italia potrebbe fruttare 16 miliardi di euro, l’energia ricavata dai rifiuti urbani ha un gran vantaggio: esiste già un buon sistema di raccolta rifiuti.

Quando parliamo di “gas dalle discaricheI” facciamo riferimento al metano, generato dalla decomposizione del materiale organico nei rifiuti solidi urbani: cibo di scarto, rifiuti di giardino, foglie, erbe, legname, carta… tale gas, negli USA rappresenta circa un quarto delle emissioni antropiche totali. Non solo gli Stati Uniti, ma anche in Germania vi sono impianti di trattamento dei rifiuti, tanto che l’Italia paga la Germania per l’esportazione dei rifiuti nostrani, rifiuti che gli impianti tedeschi trasformano in energia.

La spazzatura deve essere rivalutata, oltre le più classiche opere di riciclaggio, i rifiuti hanno un grosso valore nel settore energetico. Come si produce energia dai rifiuti? Il gas di discarica viene estratto mediante aspiratori che convogliano il metano in un tubo. Qui il gas viene ossidato durante un processo di combustione che produrrà biossido di carbonio e acqua. Con la combustione, il gas sarà utilizzato come sostituto dei combustibili fossili.

E’ necessario che i gas prodotti dalle discariche siano sfruttati per la produzione di energia altrimenti potrebbero regare un grosso danno all’ambiente: il metano ha un’elevata capacità di intrappolare calore, questo gas serra riscalda la terra 23 volte più della tanto nominata CO2. Il gas, se raccolto, può alimentare una caldaia industriale oppure mettere in moto una turbina in grado di generare elettricità.

Utilizzare il gas per azionare una turbina e generare elettricità, potrebbe essere una soluzione sconveniente a causa degli alti costi, ma non dimentichiamo che esistono molte auto a metano, pertanto, tale gas potrebbe subire un processo di compressione o liquefazione per essere utilizzato nei veicoli oppure potrebbe convogliare direttamente nelle condotte che portano il gas alle abitazioni. Un limite del metano prodotto dai rifiuti è la purità: il gas se non è trattato è ricco di impurità che lo rendono meno appetibile per un mercato di massa.

Photo Credits | impresapalermo.it

Pubblicato da Anna De Simone il 27 marzo 2012