Incentivi auto 2014, le auto a basse emissioni

incentivi auto 2014

Gli incentivi auto 2014 portano una boccata d’aria fresca al settore automobilistico italiano. La crisi economica si fa sentire e quello automobilistico è tra i settori più colpiti. Grazie agli incentivi auto 2014, gli acquirenti potranno avvalersi di uno sconto fino a 5.000 euro sull’acquisto di un veicolo nuovo a basse emissioni. 

Gli incentivi auto 2014 nascono per privilegiare l’acquisto di auto ecologiche, il criterio di incentivazione non è dipendente dall’alimentazione (benzina, gpl, diesel, elettrica, biocarburanti…), piuttosto alla classe Euro di appartenenza e alle emissioni nocive prodotte dalla componente meccanica. Va da se che un’auto elettrica potrà accedere a incentivi maggiori dato che con un propulsore elettrico si parla di auto a zero emissioni! Incentivi anche per auto ibride e per alimentazione a gas. Restano fuori dagli incentivi, fatta eccezione per rari casi di efficienza, le vetture benzina e gasolio.

Incentivi auto 2014 per l’acquisto di un’auto elettrica
Chi vuole acquistare un’auto elettrica può usufruire, fino a esaurimento credito, di incentivi pari a 5.000 euro, erogati, in parti uguali, dal venditore e dallo stato (2.500 euro di incentivi statali e 2.500 euro di sconto da parte dal venditore); in Italia non vi è nessuna legge che obbliga il venditore a concedere tali incentivi ma vista la crisi, probabilmente nessun concessionario verrà meno.

Chi vuole acquistare un’auto elettrica, oltre ad avere la possibilità di accedere a 5 mila euro di incentivi, non avrà l’obbligo di rottamare un vecchio veicolo in quanto si tratta di auto con emissioni di CO2 inferiori a 50 g/km.

Incentivi auto 2014, la ripartizione in base alle emissioni
Gli incentivi sono ripartiti in base alle emissioni e seguono una gerarchi ambientale, cioè, più l’auto inquina e più basso sarà il contributo all’acquisto. Per accedere agli incentivi bisogna acquistare un’auto con emissioni inferiori ad almeno 120 g/km.

  • Emissioni inferiori ai 50 g/km
  • Emissioni inferiori ai 95 g/km
  • Emissioni inferiori ai 120 g/km

Aggiornamenti 2016, 2017: Incentivi auto rottamazione.

L’obbligo di rottamazione scatta per chi acquista un’auto con emissioni superiori ai 95 g/km ma inferiori ai 120 g/km. Questi incentivi sono destinati all’uso di terzi o utilizzati nell’esercizio di impresa, arti e professioni, e destinati ad essere utilizzati esclusivamente come beni strumentali nell’attività propria dell’impresa. Solo in queste condizioni si potrà approfittare degli incentivisull’acquisto di un veicolo con emissioni inferiori ai 120 g/km. In tal caso la rottamazione è obbligatoria e il veicolo da rottamare deve essere stato immatricolato almeno dieci anni e deve essere intestato da almeno 12 mesi alla stesso soggetto.

Può interessarvi l’elenco completo di auto Mercedes che ha diritto agli incentivi 2014: le auto mercedes a basse emissioni.

Nella foto in alto, l’auto elettrica Renault ZOE

Per trovare le colonnine di ricarica per la vostra auto elettrica più vicine a dove vi trovate potete utilizzare il motore di ricerca disponibile nell’articolo: Colonnine Ricarica Auto Elettriche.

Il servizio è disponibile anche tramite app per smartphone iPhone / IOS e Samsung / Android.

Articolo che potrebbe interessarti: Emissioni CO2

Pubblicato da Anna De Simone il 12 maggio 2014