GPL o Diesel, considerazioni da fare

gpl o diesel

Meglio un’auto a GPL o Diesel: le considerazioni da fare per scegliere bene l’auto. Confronto tra GPL e diesel, pro e contro delle rispettive alimentazioni.

In passato abbiamo alzato dibattiti riguardo i criteri di scelta per l’acquisto di un’auto con alimentazione GPL o metano, oggi proviamo a fare la stessa cosa mettendo a confronto il GPL algasolio, carburante anche noto comediesel.

In termini di prestazioni e potenza, gli ultimi motoridieselpossono essere paragonati a quelli a benzina. Sempre parlando di prestazioni e potenza, ilGPLpuò essere paragonato al metano anche se la “gerarchia di potere” vede in primis i motori a benzina subito seguiti da quelli diesel, poi c’è il GPL e solo dopo l’alimentazione a metano. Con l’alimentazione a metano, l’auto perde molto di potenza ma ne guadagna di efficienza. Tra metano e GPL, l’alimentazione più scattante è il GPL mentre il metano è quella più “risparmiosa” ma quando il paragone si fa con il gasolio?

In tema auto: meglioGPL o diesel?

Per scegliere tra gpl e dieselè importante prendere in considerazione alcuni criteri e ancora di più e importante porsi delle domande. Non è possibile dire a priori semeglioun’auto diesel o GPLse non si esaminano le esigenze personali.

  • Che tipo di automobilista siete?
  • Qual è la vostra priorità?
  • Ogni quanti anni cambiate l’auto?
  • Quanti chilometri percorrete ogni anno?

Se la vostra guida è sportiva indubbiamente un’autodieselè quella che fa per voi.

In più le autodiesel, al momento della rivendita del vostro usato, subiscono una minore svalutazione. Questo fattore deve essere considerato soprattutto da chi cambia spesso l’auto o comunque intende tenere la vettura solo per pochi anni.

Al contrario, se la vostra priorità non cade sulle prestazioni della vettura bensì sul risparmio, la scelta più saggia è ilGPLma solo dopo aver considerato la quantità di chilometri che intende percorrere in un anno.

GPL o diesel, consumi a confronto

Parlando di consumi, dovete considerare che con il gpli costi di gestione calano vertiginosamente! Neanche la più “risparmiosa” delle auto a gasolio riuscirebbe ad assicurare i costi di gestione di un’auto GPL, così l’alimentazionedieselnegli ultimi anni ha perso colpi.

Per calcolare il ritorno economico del maggiore esborso economico al momento dell’acquisto, dovete fare qualche calcolo in base ai chilometri che intendete percorrere. Vi basterà considerare che se su base annua percorrete 30.000 chilometri, la spesa da affrontare con un motore che offre una percorrenza di 8 km per litro è di circa 6.683 euro se si guida un’autoa benzina.

Il prezzo scende a 5.426 euro se l’alimentazione è diesel ma il risparmio più considerevole si riscontra con il metano,infatti, con questa alimentazione, per percorrere 30.000 chilometri, occorrono solo 2.471 euro, contro i 3.256 euro delGPL.

Per rispondere all’interrogativo “GPL o Diesel?” stilate le vostre priorità e confrontare il prezzo d’acquisto dell’auto GPL e dell’auto a gasolio. Moltiplicate il prezzo attuale del carburante per i chilometri percorsi in un anno e vedete in quanto tempo riuscite a recuperare la differenza che intercorre tra un tipo di alimentazione e l’altro.

Manutenzione impianto e bombole GPL

L’alimentazione a GPL, come premesso, può essere una buona scelta per risparmiare sul carburante. Molti dubbi possono sorgere per quanto riguarda la manutenzione dell’impianto e delle bombole GPL.

E’ importante ricordare che le bombole GPL vanno sostituite dopo 10 anni di utilizzo. Il costo della sostituzione delle bombole si aggira dai 300 ai 500 euro per le utilitarie cittadine.

Meglio GPL o metano

Molti escludono a priori l’alimentazione a metano a causa della gestione delle bombole. In ogni modo, per dissipare qualsiasi dubbio, segnaliamo l’articoloMeglio GPL o metano.

Pubblicato da Anna De Simone il 14 Settembre 2017