Come scegliere il forno per risparmiare sulla bolletta

come scegliere il forno

Come scegliere il forno: dal forno a gas al microonde, tutte le indicazioni necessarie per scegliere il modello che maggiormente si adatta alle proprie esigenze e imparare a individuare subito malfuzionamenti e anomalie.


Il forno è tra gli elettrodomestici maggiormente impiegati in cucina; ci consente di cucinare tantissime pietanze in maniera varia e diversificata. In commercio sono reperibili diversi tipi, con design, dimensioni e funzionalità diverse. Quale modello scegliere? Ecco la guida alla scelta del forno giusto per voi!

Come scegliere il forno a gas

Il forno a gas consente una fonte di energia meno costosa rispetto gli altri tipi di forno, ma a prescindere dal risparmio, presenta qualche inconveniente: si riscalda molto velocemente ma diventa complicato regolare la temperatura che non scende mai al di sotto dei 130-150 gradi.

Come scegliere il forno elettrico

Modello statico

Il forno elettrico può essere statico o ventilato. Il forno statico funziona grazie a due resistenze, una inferiore e una superiore, che si possono usare contemporaneamente o alternate, in base al tipo di alimento.

Modello ventilato

Nel forno ventilato, oltre alle resistenze, vi è una ventola che, azionandosi all’accensione del forno, distribuisce il calore in modo uniforme all’interno dello lo spazio. Questo consente una cottura più omogenea anche su più pietanze contemporaneamente, garantendo una cottura più rapida con un notevole risparmio di energia elettrica.

Molti cibi si cucinano meglio con un forno ventilato, ma altri hanno bisogno di un tradizionale forno statico.

Forno a microonde

Il forno a microonde necessita di meno energia rispetto un forno elettrico tradizionale, non va preriscaldato e cuoce i cibi in modo rapido anche se non in maniera uniforme. In genere gli alimenti cotti al microonde conservano intatte le proprietà nutritive, anche se è molto complesso ottenere pietanze dorate in superficie.

Per approfondimento vi rimandiamo alla lettura dell’articolo “Guida alla scelta del forno elettrico”

Come scegliere il forno, i problemi più frequenti

Può succedere che le pietanze non risultino ben cotte, oppure che gli elettrodomestici e i mobili vicino al forno si surriscaldino troppo. In entrambi i casi, la causa del malfunzionamento è da ricercare nella dispersione di calore. La prima cosa da verificare è che non risultino crepe sulla porta e soprattutto che il forno si chiuda per bene. Il secondo passo da fare è contattare il proprio tecnico di fiducia affichè controlli l’impianto di ventilazione.

Come scegliere il forno, consigli per risparmiare

Per risparmiare sulla bolletta dell’energia elettrica o del gas, è possibile attuare alcuni piccoli accorgimenti che riguardano l’impiego corretto del forno:

  • aprite la porta del forno solo se è necessario dato che il raffreddamento comporta un consumo maggiore di energia
  • Ricordate che il preriscaldamento non è indispensabile, viene fatto infatti solo per la cottura di alcuni tipi di cibo
  • Usate il grill solo 5 o 10 minuti per dorare i cibi, ma non per cuocerli: forse non tutti sanno che questa modalità consuma il doppio di energia rispetto al riscaldamento tradizionale
  • Ricordate sempre di spegnere il forno qualche minuto prima della fine della cottura dei cibi, mantenendo chiusa la porta: il calore accumulato contribuisce a completare l’opera
  • Per risparmiare energia prediligete un elettrodomestico di classe A o superiore (A+, A++): forse subito vi farete ingannarei dal costo relativamente inferiore di un forno con classe più bassa, ma ricordate che ciò che risparmierete sul prezzo del forno, lo andrete a spendere in bolletta….con gli interessi!
  • Da non sottovalutare nemmeno l’aspetto estetico, deve essere appropriato all’ambiente in cui andrà a stabilirsi
  • Al momento dell’acquisto, fatevi consigliare dal vostro rivenditore di fiducia e optate sempre un prodotto buono dal punto di vista dei materiali impiegati, che fornisca tutte le garanzie a norma di legge
    Assicuratevi che il centro assistenza più vicino della marca scelta, sia raggiungibile in poco tempo, per evitare scomode e dispendiose “trasferte”,

ATTENZIONE: non fatevi influenzare troppo dal marchio e dalle pubblicità, talvolta si rivelano ingannevoli.

Pubblicato da Anna De Simone il 3 dicembre 2015