Guida alla scelta del forno elettrico

guida all'acquisto del forno
Scegliere il forno adatto alle proprie esigenze non sempre è semplicissimo; bisognerebbe conoscere le caratteristiche principali, le differenze fra i vari tipi presenti in commercio, in base all’uso che ne faremo.


Esistono forni elettrici delle più disparate marche e dimensioni con caratteristiche specifiche. A tal proposito vi illustreremo come scegliere un forno elettrico dandovi alcune indicazioni importanti.

Guida alla scelta del forno, cosa domandarsi
Prima di acquistare il forno è bene avere già le idee molto chiare; ciò agevolerà la vostra scelta. Ecco alcune domande da porvi prima di procedere all’acquisto:

  • Quanto spesso verrà utilizzato il forno?
  • Dovrà servire per scaldare e scongelare?
  • Per quante persone dovrò cucinare?
  • L’impiego dovrà includere dolci e panificati?
  • Di quanto spazio dispongo in cucina per utilizzarlo comodamente?

Guida all’acquisto del forno, indicazioni utili

  • Il single

Per un single che vuole limitarsi a scaldare qualche brioche oppure scaldare pietanze già cucinate in precedenza potrà optare per un semplice fornetto. Esistono però anche forni di piccole dimensioni che possiedono le stesse caratteristiche di quelli grandi e possono essere impiegati come un normale forno elettrico: si possono cucinare dolci, arrosti o pizze…

  • Giovane coppia

Una giovane coppia può optare per un forno a colonna o in unico pezzo con il piano cottura. Quelli a colonna si rivelano comodissimi dato che sono posizionati ad altezza fornelli, rendendo più semplice l’utilizzo.

  • Fornetti elettrici

Se la cucina è sprovvista del forno si può ricorrere a un forno elettrico da appoggiare su banconi o ripiani. I forni elettrici generalmente hanno le seguenti funzioni base:
-Timer con autospegnimento
-Manopola per la temperatura
-Cottura grill
-Cottura statica
-Cottura ventilata

Guida all’acquisto del forno, funzioni forno statico e forno ventilato
Il forno elettrico può essere statico o ventilato. Il modello statico emana calore soltanto attraverso due resistenze posizionate nella parte inferiore e in quella superiore;  il forno ventilato,invece, oltre alle due resistenze del forno statico, è dotato di una ventola per distribuire il calore così da rendere la temperatura omogenea in ogni punto del forno.
Nel forno ventilato la cottura è più veloce ma i cibi rischiano di disidratarsi abbastanza. La caratteristica è quella di garantire croccantezza fuori e morbidezza al ripieno; per questa funzione si consigliano la cottura di lasagne, biscotti, patate, cartocci di mare e piatti unici ricchi di condimento.
Il forno statico è maggiormente adatto per cucinare dolci, pizze, panificati o ricette che prevedono l’impiego del lievito, dato che cuociono più lentamente.

Guida all’acquisto del forno, consumi
Il consumo del forno elettrico varia in base alle dimensioni, alla classe energetica, alle temperature e ai tempi di utilizzo. In ogni caso è bene preferire un forno di classe A; Hanno un costo più elevato ma l’investimento iniziale verrà ammortizzato in bolletta!

Guida all’acquisto del forno, Bonus elettrodomestici
Se l’acquisto avviene in concomitanza di lavori di ristrutturazione domestica, la legge di stabilità vi consente di detrarre il 50 per cento del costo del nuovo forno a patto che acquistiate un modello di classe A. Per approfondimento vi rimandiamo all’articolo “Bonus elettrodomestici”

Pubblicato da Anna De Simone il 13 luglio 2015