Camino a pellet, vantaggi

camino a pellet

I camini domestici a legna hanno sempre suscitato un certo fascino in casa soprattutto per la particolare atmosfera domestica che si crea…insomma avere un bel camino scoppiettante nel proprio ambiente domestico piace a tutti. I camini a legna però, richiedono un pizzico di accortezza e, se non si hanno delle abilità, diventa quasi inevitabile l’impiego di prodotti chimici per l’accensione, come la famosa diavolina.

Di certo i camini a legna non tramonteranno mai, ma da qualche anno anche i camini a pellet sono diventati piuttosto popolari. Grazie alle prestazioni e ai pregi della combustione del pellet , questi tipi di camino assicurano lo stesso straordinario effetto accogliente del fuoco del camino.
Si tratta di un camino in piena regola che sfrutta la combustione del pellet: combustibile rinnovabile ricavato dalla segatura essiccata che poi viene compressa in piccoli cilindri dal diametro di alcuni millimetri.

Camino a pellet, vantaggi

C’è chi pensa che un moderno caminetto a pellet perda in termini di fascino. Niente di più sbagliato, dato che i focolari a pellet possono essere inseriti direttamente all’interno del caminetto tradizionale, senza dover rinunciare all’incanto del vecchio camino di casa. I camini a pellet offrono numerosi vantaggi in termini di risparmio e di comodità: a differenza dei camini tradizionali, Il pellet è un combustibile particolarmente economico, dunque permette di risparmiare parecchio sui costi del riscaldamento. Non serve più procurarsi della legna da ardere, che tra l’altro deve anche essere accatastata.

Da sottolineare altri vantaggi, quali per esempio la bassa emissione di sostanze inquinanti, la praticità nell’accensione e la grande sicurezza. Il pellet inoltre ha un contenuto energetico molto alto pertanto a parità di volume riesce a produrre molto più calore rispetto al classico pezzo di legna.

La stufa a pellet può essere collegato anche a un impianto di riscaldamento già esistente in casa, oltre alla possibilità di installarlo anche con una canna fumaria non troppo grande e lontana rispetto allo scarico.

Come funziona un camino a pellet

Il camino a pellet è in grado di trattenere per molto tempo il calore nella sua camera di combustione per via del focolare chiuso, per poi rilasciarlo lentamente attraverso il rivestimento che può essere di ghisa, maiolica e ceramica.
Sono dotati di un bruciatore e di un apposito serbatoio per contenere il pellet. Alcuni camini a pellet, detti termocamini, hannoi un sistema in grado di riscaldare l’acqua per i termosifoni, per un ulteriore risparmio sulle bollette.

Per approfondimento ti consigliamo la lettura dell’articolo “Come acquistare pellet buono, la guida”

L’accensione può essere automatica e possono essere regolate in temperatura tramite normali termostati o cronotermostati.
La maggioranza di queste stufe sono automatiche: accensione, regolazione alimentazione, quantità di aria o acqua calda sono automatiche, se manca la corrente elettrica la stufa si ferma e riprende a funzionare automaticamente quando torna.
Può essere gestito elettronicamente, acceso e spento con il telecomando, programmato dal proprio smartphone: che dire, decisamente all’avanguardia nel campo del riscaldamento ecologico

Pulizia del camino a pellet

La pulizia del camino a pellet è un’operazione semplicissima. Basta pulire frequentemente il vetro termico (per evitare depositi di sporco) e, ogni 3-4 giorni svuotare il cassettino della cenere o rimuoverla con la classica paletta. Attenzione a non usare l’aspirapolvere perché il suo filtro potrebbe intasarsi.

Esiste una stufa senza canna fumaria?

Quando si parla di stufa senza canna fumaria non significa che la stufa non ha nessun tubo di scarico, si fa riferimento a quella tipologia di sistema di riscaldamento per la quale occorre la sola installazione di un tubo di 8 cm con fungo terminale che sporge dal muro.

La nuova Normativa UNI 10683,  sancisce che è necessario richiedere l’intervento di tecnici fumisti esperti e abilitati in grado di installare la vostra tipologia di stufa senza canna fumaria in piena sicurezza, nel rispetto delle normative vigenti e in grado di rilasciarvi la certificazione dell’impianto che, ricordate, è obbligatorio rilasciare.

Quanto costa una stufa a pellet?

I prezzi variano molto. Un camino a pellet ha un prezzo variabile dai 700 fino anche a superare i 2.500 euro per quelli di design. In ogni caso, prima di acquistarlo, chiedete sempre l’aiuto di un tecnico specializzato e autorizzato che vi consigli l’impianto più adatto alle vostre esigenze.

Pubblicato da Anna De Simone il 22 dicembre 2015