Turbine eoliche senza pale

La turbina eolica è quel dispositivo che converte l’energia meccanica prodotta dal vento, in energia elettrica. L’energia cinetica viene trasformata in energia meccanica che muove dei rotori adesi a generatori e così si ha la produzione di elettricità (vedi anche “Come Funziona una Turbina Eolica“). Esistono turbine eoliche verticali e orizzontali, turbine eoliche galleggianti e ancora la scienza sta sviluppando nuovi modelli per soddisfare tutte le esigenze ambientali e umane.

La ricerca sta perfezionando il campo dell’energia eolica e una nuova frontiera potrebbe essere quella delle turbine senza pale. L’esigenza di sviluppare turbine prive di lame nasce dal minimizzare l’impatto visivo con l’ambiente ma anche per ridurre il numero di incidenti aerei e i danni che arrecano le pale all’avifauna (uccelli rapaci e pipistrelli). Un’altra preoccupazione arrecata dalle pale è legata all’inquinamento acustico, con la scomparsa delle lame, il problema legato ai rumori scomparirebbe.

Le turbine eoliche senza pale potrebbero fornire la giusta soluzione. Non solo scomparirebbe l’inquinamento acustico e si ridurrebbero i danni alla fauna selvatica, scomparirebbe anche il problema legato all’interferenza radar generata dalle grosse pale, e pure i costi di manutenzione andrebbero ridotti. Le pale eoliche convenzionali andrebbero sostituite con dischi di metallo posizionati in file parallele e intervallate da sottili distanziatori.

Quando il vento fluisce attraverso le aree tra i dischi, il passaggio dell’aria sarà direzionato verso l’interno del dispositivo dove indurrà la classica rotazione del disco. Il risultato è analogo a quello delle classiche turbine eoliche, la rotazione del disco causa il moveimento dell’albero. In tale caso, il numero dei dischi è direttamente proporzionale alla quantità di energia generata. Il risultato di questo sviluppo è un dispositivo di dimensioni più ridotte che potrebbe essere maggiormente diffuso per utilizzo domestico. I costi di produzione sono minori quindi la turbina eolica senza pale potrebbe essere più commerciale ma i problemi non mancano: attualmente, non vi è alcun processo di fabbricazione definitivo. Il modello di turbina eolica senza lame appena descritto, è ispirato a un progetto della Tesla, ma questa non è l’unica alternativa alle convenzionali pale eoliche.

Un altro generatore eolico è il Windspire, è stato progettato senza l’utilizzo di lame. Il design è più esile rispetto a quello delle convenzionali turbine eoliche ed è anche più elegante. E’ sicuro per gli uccelli e riduce l’inquinamento acustico. Il dispositivo è dotato di un’efficienza di produzione di circa 2000 kilowatt di potenza all’anno. La turbina eolica è alta circa 9 metri per una larghezza pari a 2 metri. La Windspire è dotata di un impianto wireless che ne consente il costante monitoraggio per ottenere informazioni complete riguardo la generazione di energia ed eventuali cali di performance per attuare un pronto intervento. Produce circa 25 decibell di rumore e non dovrebbe rappresentare una minaccia all’avifauna. L’unico problema è legato ai costi di produzione che sono eccessivamente elevati.

GUARDA LE FOTO DEI MODELLI DELLE TURBINE EOLICHE

Svantaggi delle turbine eolice convenzionali: esigenza di essere situate in zone costantemente ventilate. Minacciano la fauna selvatica. Provocano inquanemento acustico. Disturbano segnali radio, segnali satellitari e televisivi. L’applicazione su territori collinari distanti dai centri abitati è un’ottima soluzione alla gran parte di questi problemi. L’unico quesito che non trova soluzione con la scelta della località è l’impatto negativo che le pale possono avere sulla fauna selvatica.

a cura di Anna De Simone

Galleria Fotografica Turbine Eoliche
Link Utili | windspireenergy.com

Potrebbe interessarti anche la lettura di Trigenerazione

Pubblicato da Anna De Simone il 7 febbraio 2012