Rinnovabili in Italia

Quando si parla di fotovoltaico l’Italia può sorridere: il 2012 si è chiuso con un prodotto di 18.800 GWh di elettricità, oltre 8mila Gwh in più che nel 2011 e 100 volte in più rispetto al 2008. Una cifra che continua a crescere, basterà pensare alla capacità installata nei primi tre mesi di questo 2013: nel mese di gennaio abbiamo installato nuovi impianti per una capacità di 232 megawatt (MW), nel mese di febbraio 126 MW e 214 MW nel mese di marzo.

Negli ultimi quattro anni, in Italia, la produzione elettrica proveniente dal fotovoltaico si è moltiplicata quasi per 100, per 97 a voler essere precisi. Le famiglie italiane, anche se non acquistano energia pulita, possono date un’occhiata alle loro bollette Enel e scrutare la provenienza: più del 20 per cento dell’energia che alimenta ogni famiglia italiana deriva dal fotovoltaico. Impugnando una bolletta dell’Enel, si legge che nel 2010 la composizione del mix energetico contava per il 29,8 per cento sulle rinnovabile, stima che nel 2011 è arrivata al 38,4 per cento. Il mix energetico prevede fonti rinnovabili, subito seguite da carbone, gas naturale, prodotti petroliferi, nucleare e altri fonti. A livello complessivo le rinnovabili hanno prodotto 92.460 GWh.

Nel 2012 è stata installata una capacità per 16,35 GW di potenza solare che ha portato in Italia una capacità di 18.800 GWh. Sono questi i dati diffusi da GSE sulla situazione delle rinnovabili elettriche in Italia. Con il fotovoltaico, nel rapporto, si nota una forte crescita anche dell’eolico, soprattutto per ciò che riguarda la produzione: con 13.900 GWh nel 2012 ha prodotto oltre 4mila GWh più che nel 2011 e circa 3 volte quanto aveva dato nel 2008.

Per ciò che riguarda le altri fonti, sono in crescita le bioenergie con 1.400 GWh in più del 2011. Le bioenergie hanno raddoppiato la produzione di elettricità rispetto al 2008 con 12.250 GWh. Le altre fonti di energia pulita sono stabili, la maggiore continua a essere l’idroelettrico con una produzione, nel 2012, di 41.940 GWh. Stando al rapporto GSE, le rinnovabili in Italia, ora, contribuiscono al 27% del consumo elettrico interno lordo.

Una domanda che possiamo porci tutti è: da dove arrivano le celle solari installate in Italia? Purtroppo l’Europa non tutela i produttori nostrani quindi la gran parte sono di importazione cinese.

Pubblicato da Anna De Simone il 5 maggio 2013