L’Università della Florida diventa solare

Entro Novembre, l’Università della Florida ridurrà drasticamente i costi energetici affidandosi all’energia prodotta dai pannelli solari. A riportarlo è stato “The Sun Gainsville”, secondo la rivista, la centrale fotovoltaica diventerà uno strumento di insegnamento per studenti e insegnanti. Mediante l’impianto solare, l’università potrà contare su 157.000 kWh di elettricità all’anno. Una cifra considerevole se si calcola che un’abitazione media statunitense consuma dai 9.000 ai 14.400 kWh annui.



L’Università della Florida otterrà i pannelli solari mediante il programma SunSense lanciato per le scuole, dalla Progress Energy. L’Università della Florida è stata scelta grazie al suo programma educativo circa le energie rinnovabili e grazie ai piani di sviluppo e di ricerca che si muovono in ambito delle energie pulite. Sono stati analizzati altri parametri come il numero di studenti, di aule e della quantità di energia consumata dall’intero edificio.

I pannelli solari saranno installati in tre diversi siti del campus. Il più grande vanterà una potenza di 78 kilowatt e alloggerà sulla terrazza a sud-ovest del campus. Gli altri due impianti saranno installati nei pressi del dipartimento di microbiologia e delle scienze cellulari. I lavori dovrebbero concludersi entro gli inizi di novembre e i pannelli solari saranno allacciati alla rete del campu universitario entro la fine dello stesso mese.

Il progetto avrà un costo di 650.000 dollari e, grazie al risparmio energetico, annualmente l’università riuscirà a tagliare la spesa elettrica di almeno 15.000 dollari. I costi energetici del campus dell’Università della Florida, ammonta a circa 47 milioni di dollari. L’Università della Florida ha tutte le intenzioni di tagliare interamente i costi energetici e di azzerare le emissioni di CO2 a 360 gradi. Quello che si compirà entro novembre sarà solo il primo passo verso il carbon-neutral.

Foto | sci.utah.edu

Pubblicato da Anna De Simone il 21 settembre 2012