La nave cargo a energia solare

Le grandi industrie automobilistiche oltreoceano sono costrette a esportare le vetture con l’ausilio di grosse imbarcazioni che sprigionano tonnellate e tonnellate di CO2. E’ per questo che la Nissan ha pensato di progettare una nave ecologica, si tratta di un’imbarcazione solare che riduce drasticamente l’impatto ambientale.

Si chiama Nichioh Maru -vedi foto- ed è l’imparcazione giapponese progettata dalla casa automobilistica nipponica, Nissan. La nave cargo è attenta all’ambiente tanto che la Nissan punta a rivoluzionare l’impatto che hanno le grosse imbarcazioni sull’ecosistema Terra. La Nichioh Maru è un’imbarcazione solare capace di risparmiare 13 tonnellate di carburante solo viaggiando intorno alla costa giapponese.

La nave cargo è capace di trasportare migliaia di automobili in tutto il Giappone, basteranno poche ore affinché attracchi al porto di destinazione. La Nichoh Maru ha un ponte ricoperto di pannelli solari. L’impianto fotovoltaico alimenta le cabine dell’equipaggio mentre il motore è controllato elettronicamente e alimentato a diesel. Grazie a questa combinazione la nave solare, con il giro della costa nipponica, risparmia 13 tonnellate di carburante.

In un comunicato stampa rilasciato da Yuuzo Sato, proprietario dell’imbarcazione solare, si legge che la Nichioh Maru potrebbe essere il pioniere di una nuova generazione di imbarcazioni sostenibili:
“Qui ci sono 281 pannelli che possono generare 50 chilowatt, ne immagazziniamo dieci e i restanti 40 sono utilizzati per alimentare la nave. In un periodo compreso tra 10 e 20 anni penso si produrranno moltissime navi del genere”.

Per la casa Nissan, avere un cargo sostenibile è divenuta una sfida. La nave ovviamente ha un costo molto più elevato dei cargo convenzionali ma l’azienda automobilistica vuole innescare una coscienza ecologica incentrata sulla consapevolezza dei consumatori; solo amore per l’ambiente? No, ma una grossa strategia per aumentare le quatazioni sul mercato dei veicoli elettrici, lo spiega Akihiko Kakuda:

“Controlliamo il 70% del mercato delle auto elettriche: se riusciremo ad accrescere nelle persone la consapevolezza degli sforzi della nostra azienda in materia ambientale la quota non potrà che aumentare

Pubblicato da Anna De Simone il 7 marzo 2012