IT e ambiente: agli hard disk dona il verde

WD Green

Hard disk ecologici (e performanti) costruiti con basse percentuali di materiali inquinanti e che consumano meno energia. È solo un esempio dei contributi che il mondo dell’Information Technology può dare alla sostenibilità ambientale, in termini di riduzione dell’inquinamento e di risparmio di risorse primarie. Con in più qualche beneficio, non trascurabile, per la salute delle persone.

L’idea si chiama WD Green e consiste in hard disk progettati e costruiti con tecniche innovative attente all’ambiente; per esempio non contengono piombo né alogeno e usano materiali conflict-free, ossia provenienti da zone del pianeta che non sono aree di guerra.

Questa del conflict-free è una caratteristica importante nella scelta dei dispositivi tecnologici: all’inizio infatti la dicitura veniva usata solo per i diamanti, per evitare la commercializzazione di pietre preziose “sporche di sangue”, ma quando ci si accorti che anche cellulari e PC contengono terre rare e metalli preziosi, il mondo IT l’ha prontamente mutuata.

Caratteristica della tecnologia WD GreenPower è quella di funzionare a temperature più basse, il che garantisce al disco una maggiore affidabilità e una rumorosità ridotta: ottimo per unità esterne e PC iper-silenziosi. Contemporaneamente, la tecnologia IntelliSeek calcola e attua le velocità di ricerca ottimali per ridurre le vibrazioni, e con esse la rumorosità e i consumi.

Altra caratteristica tecnica importante è che questi dischi sono progettati in modo che la testina di registrazione non tocchi mai il supporto del disco, riducendo così al minimo l’usura della testina e del supporto. In questo modo si prolunga anche il ciclo di vita dell’hard disk.

Oltre che conformi alle disposizioni RoHS, tutte le unità WD Green sono prive di alogeno e piombo, il che riduce le emissioni inquinanti nell’ambiente. L’esclusione di alogeno e piombo dalle materie prime usate per la costruzione permette a WD di garantire che la nuova generazione di hard disk WD Green è fabbricata con una minore quantità di magneti di terra. I vantaggi ambientali riguardano anche l’aspetto del riciclo.

Secondo i calcoli di WD, che riportiamo con beneficio d’inventario, ogni cliente che ha acquistato questo disco ha contribuito a risparmiare al pianeta oltre 466 milioni di kwh, pari quasi alla produzione annua di energia di una centrale a carbone. Le unità WD Green vendute finora sono state oltre 100 milioni.

Pubblicato da Michele Ciceri il 17 novembre 2012