Impianti fotovoltaici a costo zero

Avete mai sentito parlare delle ESCO? Energy Service Company? Sono delle società di servizi energetici militanti sia nel settore pubblico che in quello privato. In termini pratici, le ESCO offrono impianti di energia più accessibili per l’utente. I servizi che offrono le ESCO vanno dalla definizione del progetto iniziale fino alla manutenzione o alla realizzazione fisica dell’impianto.

Le ESCO rappresentano l’alternativa agli incentivi previsti dal Conto Energia. Sono nate nei primi anni ’80 negli USA e sono arrivate in Italia mediante una direttiva europea recepita dal nostro paese nel 2008 con decreto legislativo 115.

Impianto fotovoltaico a costo zero
Grazie ai piani proposti dall’ESCO, un utente può arrivare ad allestire un impianto fotovoltaico a costo zero. Come è possibile? L’utente può prendere accordi preliminari con un’ESCO così da trovare soluzioni economiche alternative: prima dell’intervento si potrebbe fissare un profitto per l’ESCO in base alla bolletta elettrica. Se le spese energetiche prima dell’installazione dell’impianto fotovoltaico erano molto alte, con l’avvento dell’energia solare si potrebbe decidere di cedere all’ESCO la differenza tra la spesa energetica prima e dopo l’avvento dell’impianto. Ovviamente si tratta di un profitto che l’ESCO otterrà solo per un periodo di tempo prestabilito.

Come agiscono le ESCO?
In primis si procede con una valutazione energetica dell’edificio dove è richiesto l’intervento. Dopo la diagnosi preliminare si stilano le soluzioni migliori del caso, in base al fabbisogno energetico, all’esposizione solare e ad altri fattori. Il secondo step consiste nella progettazione e nel reperimentocapitali per poi effettuare l’investimento. La realizzazione del progetto non è la fase finale, dopo aver allestito l’impianto, ci sarà una fase di monitoraggio così da tenere sotto controllo i consumi, le prestazioni e i costi. La società si occupera anche della manutenzione e della gestione dell’impianto allestito.

Le ESCO sono diverse tra loro, anche se la linea di principio è la stessa, meglio documentarsi bene e scegliere quella che offre servizi complementari alle vostre esigente.

Foto | Anna De Simone

Pubblicato da Anna De Simone il 31 dicembre 2012