Messico, piatto ghiotto per il fotovoltaico

Il Messico, grazie alla sua posizione geografica, risulta un territorio ghiotto per il settore fotovoltaico. Grazie a un’alta media di radiazioni solari annue, il Messico risalta nella lista dei 15 paesi, a livello mondiale, con maggior capacità installata di energia fotovoltaica. Insieme alla posizione geografica ottimale, ad aiutare la diffusione del fotovoltaico in Messico sono i costi competitivi: secondo il rapporto di Solarplaza, i prezzi del fotovoltaico in Messico sono scesi del 30 per cento in un solo anno (dal 2011 al 2012) e, a sentire un esperto del settore, Arture Herrero, Chief Marketing Officier della Jinko Solar, la domanda del fotovoltaico in questo 2013 sta ancora salendo.

Tuttavia, la diminuzione dei costi delle celle solari in Messico non è un fattore positivo per gli sviluppatori e le aziende. Herrero opera nel settore fotovoltaico messicano da oltre 12 anni e spiega che in un certo periodo, la domanda degli acquirenti era molto più alta delle stesse produzioni aziendali. Oggi, invece, la produzione è forte, la competitività cresciuta e le aziende si ritrovano ad abbassare i prezzi.

Se torniamo a parlare di irraggiamento solare, in molte regioni del Messico, le radiazioni solari medie sono il doppio di quelle registrate nei paesi europei. E’ per questo motivo che il Messico attira l’attezione delle aziende estere che vogliono procedere con l’allestimento di impianti fotovoltaici sul suo territorio. Un altro punto da non sottovalutare è la massiccia presenza di zone rurali con vaste distese di campagna. Stando a un rapporto realizzato da Italian Trade Commission e Italian Clean Technology:

Nel luglio 2007 l’organismo regolatore del settore  gas ed elettricità in Messico (CRE – Commissione Regolatrice d’Energia) ha approvato una risoluzione che offre agli investitori la possibilità di istallare sistemi fotovoltaici connessi alla rete nazionale su  piccola scala (fino a 10 kWp per case e 30kWp per aziende). Questa interconnessione, è regolata dal  principio di Net Metering, che permette di compensare il costo dell’elettricità utilizzata con l’energia apportata alla rete nazionale.

Con questo programma, il governo messicano cerca di stabilire le condizioni basiche che facilitino l’introduzione su grande scala di sistemi fotovoltaici connessi alla rete elettrica nazionale.

Pubblicato da Anna De Simone il 14 maggio 2013