Energia eolica, vantaggi e svantaggi

energia eolica vantaggi svantaggi

Energia eolica, vantaggi e svantaggi. Proviamo a sintetizzare, in questa pagina, quelli che sono i vantaggi e gli svantaggi dello sfruttamento dell’energia dal vento.

Energia eolica, vantaggi e svantaggi: i vantaggi possono essere sintetizzati sottolineando come una tecnologia sicura e pulita possa riuscire a produrre energia elettrica con costi per ogni kWh prodotto relativamente bassi. Così come i vantaggi, anche gli svantaggi possono essere sintetizzati al massimo facendo riferimento all’impatto acustico, estetico e il presunto impatto che le pale eoliche avrebbero sull’avifauna notturna.

Energia eolica, vantaggi

L’energia eolica è una fonte rinnovabile che sfrutta una tecnologia matura ma che ancora vede diverse prospettive di miglioramento. Tra i vantaggi principali citiamo:

  • – l’eolico è una valida fonte di energia rinnovabile. Svincola la produzione di elettricità dai combustibili fossili. Il vento è una fonte abbondante, inesauribile e disponibile in moltissime località del globo.
  • – Al contrario del fotovoltaico, un parco eolico occupa una superficie inferiore.
  • – L’eolico è una fonte di energia pulita a basso impatto ambientale. Non produce gas tossici e le stesse turbine eoliche possono affrontare un lunghissimo ciclo di vita prima di essere destinate allo smaltimento.
  • – Un impianto eolico è reversibile, ciò significa che la superficie occupata dal parco può essere ripristinata facilmente per rinnovare il territorio pre-esistente.
  • – I costi dell’impianto eolico e la manutenzione delle turbine sono relativamente contenuti. Un costo per ogni kW prodotto, in zone molto ventose, è piuttosto basso.

Energia eolica, svantaggi

Vi sono delle condizioni affinché un parco eolico possa garantire utili e generare energia pulita. In caso di grandi turbine eoliche, è necessario che il vento abbia una direzione regolare e che superi i 12 km/h per garantire una certa produzione di elettricità.Potrebbe interessarvi la lettura dell’articolo “come funziona una pala eolica.

Mettendo da parte i tecnicismi che vanno risolti con un’attenta progettazione e installazione dell’impianto, è possibile elencare gli svantaggi di una centrale eolica in tre punti.

  • Il vento, così come le condizioni atmosferiche, è relativamente imprevedibile quindi non è possibile stimare, con esattezza, un piano di rientro dell’investimento.
  • Le grandi centrali eoliche hanno un forte impatto paesaggistico e sono visibili da elevate distanze. L’altezza media delle turbine eoliche dei grandi impianti oscilla tra i 50 – 80 metri con pale rotanti che salgono in verticale per altri 40 metri. E’ importante sottolineare che l’impatto paesaggistico non è uno svantaggio sentito da tutti. Ad aggravare l’impatto paesaggistico è la maggiore convenienza d’installazione. In genere, il vento soffia più forte sulle coste, nei luoghi collinari e sulle montagne, per questo un parco eolico “andrebbe” a deturpare un bene paesaggistico. Sottolineiamo “andrebbe” perché sono molti i fotografi, gli artisti e le comunità che sostengono l’eolico affermando che le turbine non hanno alcun impatto visivo negativo, neanche su paesaggi costieri o rupestri.
  • Gli impianti eolici possono avere un impatto negativo sull’avifauna locale, soprattutto tra i rapaci notturni. L’impatto sull’avifauna è dettato dalle pale rotanti che arrivano a muoversi fino a una velocità di 70 km all’ora. Gli uccelli non sono in grado di riconoscere visivamente le pale che si muovono così velocemente schiantandosi fatalmente.

Energia eolica, ricerche e sfide

Non tutti sanno che gli aerogeneratori sono tutti collegati tra loro mediante una serie di cavi interrati. Ogni centrale eolica dispone di una stazione di controllo (una cabina) che ne garantisce il collegamento con la rete elettrica, quando il vento soffia forte nei periodi di scarsa richiesta energetica, il surplus prodotto dall’impianto è difficile da “conservare”.

Tra le sfide, i ricercatori stanno mettendo a punto accumulatori sempre più efficienti così da poter approvvigionare l’energia eolica prodotta in eccesso ed erogarla alla rete elettrica nazionale, nei periodi di più alta richiesta energetica. In Germania, per ovviare a questo problema è stato sviluppato in sistema per accumulare energia eolica in forma di gas combustibile. Per tutte le informazioni vi invitiamo a leggere l’articolo intitolato “Tris energetico in Germania: eolico, idrogeno e biogas“. Il sistema di accumulo è molto complesso ma consente di accumulare energia eolica con una buona resa energetica e senza la necessità di batterie di accumulo convenzionali.

Pubblicato da Anna De Simone il 23 agosto 2016