Energia eolica prodotta in Italia

energia eolica italia

L’energia eolica in Italia produce elettricità in grado di soddisfare la fame energetica di ben 15 milioni di persone. E’ questo quanto riportato dall’Anev, Associazione nazionale energia del vento. La capacità elettrica prodotta dal vento in Italia è pari a 15 Twh (Terawattora).

“La sola energia eolica oggi in Italia produce 15 TWh (Terawattora), in grado di coprire i fabbisogni domestici di 15 milioni di persone e di apportare benefici ambientali”.

Grazie all’energia prodotta dall’eolico in Italia, gli italiani risparmiano  circa 19 milioni di barili di petrolio e l’ambiente evita l’emissione in atmosfera di circa 10 milioni di tonnellate di biossido di carbonio. Si tratta ancora di stime riportate dall’Associazione Nazionale del vento.

Il rapporto è stato pubblicato a proposito del nuovo allarme lanciato dall’Ipcc (Intergovernmental panel on climate change), gli scienziati che studiano il clima per conto delle Nazioni Unite, con la seconda parte del V rapporto di valutazione. L’allarme dell’Ipcc vede il mondo colto da una serie di catastrofi naturali dettate da problemi legati ai cambiamenti climatici. Il messaggio dell’Anev è chiaro: l’uomo può giocare d’anticipo per mitigare o addirittura fermare i danni legati ai cambiamenti climatici.

Non lasciamo che calamità già previste ci colgano impreparati – osserva l’Anev – puntiamo sull’eolico e sulle rinnovabili. I cambiamenti climatici rappresentano il principale pericolo per l’uomo, ma anche per fauna e avifauna e solo grazie alla produzione di energia elettrica da fonti pulite, come l’eolico e al ricorso all’efficienza energetica sarà possibile contrastarli”.

L’appello dell’Anev si conclude con una corsa ai ripari.
I governi di tutto il mondo – conclude l’Anev – sono ancora in tempo per limitare i danni del surriscaldamento climatico, ma senza azioni immediate gli effetti saranno catastrofici e irreparabili“.

Per incrementare la produttività energetica dell’eolico in Italia si dovrebbe puntare all’offshore. Le potenzialità dell’eolico offshore in Italia ci sono, ma, secondo quanto sostenuto dall’Ewea (European Wind Energy Association) l’eolico offshore in Italia stenta a partire per colpa della troppa burocrazia e delle norme inadeguate che bloccano lo sviluppo dell’eolico italiano.

Ad oggi, l’energia eolica in Italia conta, in ambito offshore, ZERO impianti, nonostante le diverse miglia di costa. I progetti non mancano, in primis quello della Mediterranean Wind Offshore (gruppo Termomeccanica), da 136 MW nel foldo di Gela con turbine da 3,5 MW. In Italia, il mare migliore per l’eolico offshore è il Tirreno ma anche l’Adriatico offre siti adeguati.

Pubblicato da Anna De Simone il 8 aprile 2014