Dove comprare un termometro da cucina

termometro da cucina

Dove comprare un termometro da cucina e quale scegliere? Una guida pratica e le istruzioni su come usare e dove trovare un buon termometro da cucina.

Misurare la temperatura degli alimenti in cucina significa preparare pietanze con più accuratezza, più gustose e ci consente di non sprecare un surplus energetico prolungandone inutilmente la cottura. 

Dove comprare un termometro da cucina? Per acquistare un termometro da cucina potete recarvi presso rivenditori come Ikea, Happy Casa, negozi specializzati…. oppure, per avere una più vasta gamma di scelta potete sfruttare la compravendita online e scegliere tra uno dei tanti termometri da cucina (professionali e non) proposti dal mercato.

Eccone alcuni esempi, iniziamo con i termometri da cucina classici per poi passare ai più innovativi termometri laser, utilissimi per la misurazione della temperatura di alimenti, acqua e oggetti. I termometri laser, oltre a essere apprezzati in cucina, sono molto utili anche in edilizia e nel settore meccanico (per misurare la temperatura del radiatore, dei ponti di calore, degli hot spot dei pannelli solari…).

Termometro da cucina: dove si compra

termometri da cucina si trovano ormai ovunque. Dal supermercato al negozio di casalinghi, sono molto diffusi ed è facile trovarli. Non è necessario scegliere un termometro da cucina professionale per avere la lettura corretta. E

Tra i termometri da cucina presenti sul mercato quelli con lettura laser sono gli strumenti che lasciano un margine di errore maggiore, mentre con i termometri a sonda la lettura è più affidabile. Per chi preferisce la compravendita online, di seguito segnalo alcuni dei modelli più economici presenti sul mercato.

Modello Classico TFA
Prezzo: 9,70 € con spedizione gratuita
Misura da un minimo di 20° fino a un massimo di 300°
Termometro per misurare la temperatura degli alimenti, particolarmente utile per la misurazione della temperatura dell’olio di frittura: dotato di un gancio che permette di appendere il termometro lungo il bordo del tegame cosicché la sonda riesce a rilevare la temperatura e lanciarla sul display analogico mano a mano che sale.

Digiflex con display digitale
Prezzo: 6,99 euro con spedizione gratuita
Proprio come il precedente, anche questo è un modello a sonda. La sua portata va da -50 °C a +300° quindi riesce a misurare la temperatura sia di alimenti freddi che caldi. Il termometro da cucina è lungo ben 23 cm quindi non si corre il rischio di scottarsi le dita durante le misurazioni. La sonda è in acciaio inox e misura 14,5 cm. Il termometro da cucina in questione è visibile nella foto in alto, dispone di un display LCD che proietta le temperature rilevate.

Con tecnologia di lettura laser
Prezzo: 19,99 euro con spedizione gratuita
La sua portata va da -50 °C a + 550°C. Può misurare la temperatura di qualsiasi massa, dagli alimenti al piano di cottura. Questo termometro può essere impiegato in diversi ambiti, in cucina è particolarmente utile per rilevare la temperatura degli alimenti ma anche delle piastre, del forno elettrico e del forno a legna, utile anche per la cottura della pizza. Questo termometro da cucina è utile come termometro da forno forno a legna. L’elevata temperatura diffusa nell’ambiente chiuso (come la camera di cottura del forno) può causare grossi margini di errore se non distanziate bene il puntatore. In caso di misurazione della temperatura di arrosto o altri piatti da forno, il puntatore laser del termometro andrebbero tenuto a una distanza di 28-30 cm dall’alimento.

Dopo l’acquisto, il venditore inoltrerà il manuale d’uso in Italiano per posta elettronica. L’unico aspetto da tenere presente è che non bisogna esagerare con la distanza. Il termometro è preciso se tenuto a una distanza compresa tra i 10 e i 30 cm.

Come si usa come termometro da forno o forno a legna? 

Per portare a termine la misurazione della temperatura basterà direzionare il puntatore sull’alimento o l’acqua o l’oggetto da “misurare” e poi schiacciare il grilletto e attendere qualche secondo che il display mostri la temperatura rilevata. Quando il sensore rileva una temperatura superiore alla massima (di ben 550 °C) apparirà la scritta HI. Quando la misurazione riguarda alimenti freddi con una temperatura inferiore ai -50°C (improbabile nella pratica domestica quotidiana), il display mostrerà la dicitura LO.

A prescindere dal modello, il termometro da cucina a infrarossi con puntatore laser è il migliore per rilevare la temperatura degli alimenti cotti nel forno.

Le temperature ideali di cottura

Grazie al termometro potete rilevare la temperatura ottimale di cottura. Per la carne, il grado di cottura spazia da ben cotta fino al sangue. Vediamo le temperature di cottura che dovrebbe rilevare il vostro termometro in caso di cottura di:

  • Vitello: 77 °C per carne ben cotta. Fino a 63°C per carni al sangue.
  • Manzo: 77 °C ben cotta, anche qui la temperatura della cottura al sangue è di 63°C.
  • Maiale: 77°C ben cotta, 71 °C per una cottura più delicata.
  • Pesce: 63°C.
  • Carne di tacchino: 74 °C.
  • Pollo: 74 °C.

Pubblicato da Anna De Simone il 1 dicembre 2018