Come risparmiare carburante

Le spese dell’automobile gravano fortemente sul bilancio della famiglia, è per questo che è importante capire come risparmiare carburante, inoltre i gas di scarico dei veicoli sono una delle principali fonti d’inquinamento dell’atmosfera cittadina, motivo in più per ridurre al minimo il dispendio di benzina. L’auto è divenuta un’estensione dell’essere cittadino e troppo spesso non ci rendiamo conto che, nel traffico urbano, l’automobile è un mezzo così lento che nei brevi percorsi, la differenza di tempo rispetto all’andare a piedi è davvero esigua. Facciamo due calcoli, se un luogo lo raggiungiamo con l’auto in 10 minuti -considerando il tempo per il parcheggio-, con molte probabilità a piedi potremmo impiegarci 20 minuti e se siamo adulti sani, senza problemi di deambulazione, qualche passo in più non potrà che farci bene: per un discreto stato di salute fisica, un uomo dovrebbe percorrere almeno 10.000 passi al giorno, oltre alle attività svolte quotidianamente pertanto riscoprire il paicere di passeggiare ci farà stare meglio, oltre a farci risparmiare carburante. Un altro mezzo pratico e salutare è la bicicletta, è sostenibile e si adatta perfettamente all’ambiente urbano perché elimina definitivamente il problema del parcheggio, inoltre, stando ai dati resi noti al II° Convegno del Club della Città per il Bike Sharing, attualmente in Italia sono attivi circa 130 stazione per poter prendere in prestito una bicicletta.

E’ importante “cosa” si guida, i veicoli ecologici consumano di meno ma è altrettanto importante il “come” si guida. Lo stile di guida influsce sul consumo di benzina più di quanto si possa immaginare, di conseguenza può giocare a nostro favore se stiamo cercando di risparmiare carburante. E’ noto che il consumo di benzina cresce in modo esponensiale con la velocità, pertanto è bene fare attenzione soprattutto sulle strade extraurbane e in autostrada. Rispettare i limiti di velocità è utile alla sicurezza stradale e all’economia personale, una guida nervosa fa consumare più benzina, usura più velocemente freni, frizione e pneumatici e danneggia l’intero veicolo. Per risparmiare carburante è importante mantenere una guida più rilassata, quindi evitiamo di passare da un semaforo all’altro con partenze veloci e frenate brusche; un altro errore molto comune è quello delle marce, l’automobile consuma meno con le marce alte ed è opportuno adoperare il cambio per “salire” di marcia appena che il motore raggiunge i 2.000 giri.

Pubblicato da Anna De Simone il 18 gennaio 2012