Come isolare il controsoffitto in legno

isolare controsoffitto

L’estate ormai volge al termine ed è bene incominciare a porre la nostra attenzione verso l’efficienza della casa in termini di riscaldamento. A tal proposito quest’oggi vogliamo illustrarvi come isolare il controsoffitto in legno di una stanza con i pannelli in lana di vetro,  in modo da contribuire al risparmio energetico. Un risparmio notevole in termini di spesa energetica, che può essere valutato  intorno al 20%, soprattutto per il peso che avrebbero in bolletta i mesi invernali. Si tratta di un’operazione che non richiede difficoltà particolari per la messa in opera, potrete farlo anche da soli con un po’ di impegno e pazienza. Ma vediamo nel dettaglio come isolare il controsoffitto, seguendo le nostre indicazioni man mano.

Come isolare il controsoffitto, la lana di vetro
Per isolare il controsoffitto vi sono diversi materiali in commercio, tra quelli più efficienti troviamo la lana di vetro, un’ottimo isolante naturale, ecologico. Anche se viene realizzata artificialmente, è al 90% prodotta con materie prime inorganiche, che sono reperibili in natura in quantità praticamente infinite.
Per produrla si impiegano per oltre il 60% materiali di riciclo (ad esempio bottiglie di vetro) e tra i componenti principali citiamo la silice, ovvero la comunissima sabbia. Inoltre, poiché si tratta di un materiale poroso a celle aperte, presenta ottime caratteristiche di isolamento e di assorbimento acustico.

Come isolare il controsoffitto, l’occorrente

  • L’isolante, in questo caso la lana di vetro: per la quantità prendere le misure con molta attenzione
  • Tuta usa e getta
  • Un paio di guanti di gomma
  • Un paio di occhiali chiusi sui lati
  • Mascherine per il viso
  • Cutter
  • Metro

Come isolare il controsoffitto, la procedura

  1. Prendete con molta attenzione le misure della superficie da isolare per capire quanto materiale isolante vi occorre
  2. Una volta che avete acquistato il materiale, misurate le distanze da un punto all’altro del soffitto, in modo da poter tagliare i pannelli in lana di vetro su misura: si può tagliare con un semplice cutter ben affilato.
  3. Assicuratevi che i pannelli vengano tagliati su misura per evitare di lasciare fessure libere: se è il caso, tagliate il pannello un paio di centimetri più grande che non più piccolo.
  4. Per sostenere i pannelli di lana di vetro posizionate del sottile filo di ferro ancorato tramite dei chiodi ai lati delle travi di legno: per ogni pannello posizionate due chiodi su un lato e due sull’altro, in modo da fissare il fil di ferro attorno alla testa di ciascun chiodo formando un sostegno a croce.
  5. Accostate con molta attenzione i singoli pannelli in lana di vetro cercando di non lasciare buchi e procedete, quindi sino al completamento dell’opera.

Pubblicato da Anna De Simone il 7 settembre 2013